Aterosclerosi degli arti inferiori

L'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori non è una malattia indipendente che si verifica dal nulla. Lo sviluppo della patologia è preceduto da una combinazione di fattori negativi che portano all'accumulo di placche di colesterolo nei vasi.

In questo caso, il flusso sanguigno nella rete delle arterie della parte inferiore del corpo viene disturbato, i capillari si ostruiscono con coaguli di sangue e la parte del corpo che non viene fornita di sangue può semplicemente estinguersi. È necessario raccontare in dettaglio la gravità e il pericolo dell'aterosclerosi delle gambe, le cause del suo sviluppo e i metodi di trattamento.

Un po 'di informazioni sulla malattia

L'aterosclerosi delle arterie delle gambe è una pericolosa malattia vascolare, che è considerata la più comune nei pazienti che hanno raggiunto l'età di 50-60 anni. I primi sintomi della patologia compaiono anche nella fase di insufficiente assunzione di ossigeno e sostanze nutritive nei tessuti, ma lo sviluppo dell'aterosclerosi dal primo all'ultimo stadio dura circa dieci anni.

Affinché tutti gli organi e tessuti interni funzionino pienamente, è necessario un apporto di qualità del loro sangue. Tutti i tessuti sono pieni di capillari e, se sono puliti, gli organi ricevono la quantità richiesta di ossigeno e le sostanze necessarie. Con contaminazione e sovrapposizione del lume della nave con depositi di colesterolo, compaiono segni di un processo infiammatorio.

Con una deposizione sistematica di materia, si formano placche sulle pareti delle arterie, che alla fine diventano pietrose a causa della deposizione di sali di calcio. Un trombo può staccarsi dalla placca, che rallenterà il flusso sanguigno o ostruirà completamente qualsiasi arteria importante. E questo è già irto di conseguenze pericolose, persino della morte.

Fattori di rischio

L'aterosclerosi delle estremità si verifica più spesso nella vecchiaia, ma lo sviluppo della malattia si verifica per molti anni. I giovani pazienti di età compresa tra 40 e 45 anni, che conducono uno stile di vita scorretto e hanno una tendenza ereditaria alle arterie ostruite, possono anche lamentare sintomi clinici caratteristici della malattia..

Esistono molti fattori che aumentano il rischio di sviluppare la malattia, è necessario elencare quelli principali:

  • Genere. Secondo le statistiche mediche, gli uomini notano segni di distruzione dell'aterosclerosi a volte più spesso delle donne. Non sono state ancora trovate spiegazioni concrete per questo fenomeno, ma gli esperti ritengono che la causa sia l'estrogeno dell'ormone femminile. Impediscono l'accumulo di depositi di colesterolo sulle pareti vascolari, rispettivamente, il rischio di formazione di placca è ridotto.
  • Età. Al raggiungimento dei 50 anni, viene confrontato il numero di pazienti maschi e femmine. Dopo l'inizio della menopausa, la quantità di estrogeni nel corpo femminile diminuisce, a causa della quale lo stato delle navi si deteriora bruscamente.
  • Colesterolo alto nel sangue. Questo fattore è considerato il fattore principale nel restringimento dei capillari e nella formazione di coaguli di sangue, mentre il flusso sanguigno è significativamente compromesso e l'afflusso di sangue alle estremità è ridotto o completamente arrestato.
  • Ipertensione arteriosa. Man mano che l'ipertensione progredisce, le navi diventano deboli, fragili, il loro tono si perde. Di conseguenza, i gruppi di colesterolo si formano sulle pareti dei capillari molto più velocemente.
  • Eredità. È stato dimostrato che i sintomi della distruzione dell'aterosclerosi si verificano più spesso nei pazienti, tra i cui parenti ci sono già pazienti con questa malattia. Dalla generazione più anziana, a livello genetico, vengono trasmesse le caratteristiche strutturali del sistema immunitario, lo stato ormonale e il metabolismo dei grassi.
  • Presenza di dipendenze. A causa dell'assunzione costante di nicotina, i vasi sperimentano stress e spasmo. Allo stesso tempo, le sostanze tossiche colpiscono la rete arteriosa molto più negativamente che se la malattia si fosse formata e procedesse da sola. L'uso di bevande alcoliche contribuisce all'espansione dei capillari, ma l'effetto negativo dell'alcol etilico ha un effetto negativo.
  • La presenza di malattie concomitanti. I medici hanno scoperto che nella maggior parte dei pazienti con diabete, il loro metabolismo è significativamente compromesso, il che rende l'aterosclerosi più aggressiva.
  • Mancanza di ormoni tiroidei. Nei pazienti con problemi di funzionamento della ghiandola tiroidea, i sintomi dell'aterosclerosi compaiono fino al 40% più spesso.

Oltre a uno sfondo psico-emotivo instabile, il rischio di sviluppare la malattia aumenta per le persone con peso corporeo obeso. L'obesità in sé provoca ipertensione, disturbi metabolici e segni di diabete. Quando si attaccano i cambiamenti aterosclerotici, appaiono molto più pronunciati e più aggressivi.

Sintomi caratteristici

Segni pronunciati di aterosclerosi dei vasi delle gambe possono essere visti nelle foto pubblicate su siti medici. Ma i sintomi iniziali non sono sempre percepiti dai pazienti come motivo per contattare gli specialisti. I sintomi lubrificati sono spesso attribuiti a uno sforzo fisico eccessivo, affaticamento, mancanza di sonno, ma poche persone sospettano una malattia iniziale.

È possibile indovinare la formazione di un blocco nelle arterie degli arti inferiori con la progressione della patologia in base ai seguenti sintomi:

  • la sensazione transitoria di pelle d'oca che corre sulla pelle - è simile alla sensazione quando una persona si siede fuori da una gamba. Ma a differenza di questa condizione, la pelle d'oca nelle estremità inferiori con aterosclerosi appare da sola;
  • gambe costantemente fredde - gli arti possono congelare anche in estate sotto il sole aperto;
  • pallore della pelle - a causa dell'insufficiente afflusso di sangue, la pelle delle gambe diventa cianotica;
  • una diminuzione dello spessore del grasso sottocutaneo nelle gambe, nei piedi e nei fianchi - questo è dovuto a insufficiente ossigeno e sostanze nutritive che portano a disturbi metabolici;
  • notevole perdita di capelli sulla superficie della pelle delle caviglie: la pelle diventa calva a causa della morte dei bulbi e dell'insufficiente funzionamento delle ghiandole sudoripare;
  • dolore alle estremità inferiori: nella fase iniziale dell'aterosclerosi, si preoccupano solo quando si cammina (la cosiddetta claudicatio intermittente). Ma mentre la malattia progredisce, il disagio si nota anche in uno stato di riposo fisico;
  • arrossamento pronunciato di dita dei piedi, piedi e gambe - la pelle acquisisce una tonalità scura, che è un segno di vasodilatazione patologica e morte dei tessuti;
  • ulcere trofiche: colpisce le aree delle gambe con vivaci segni di ischemia;
  • morte dei tessuti: lo sviluppo della cancrena nei pazienti con aterosclerosi dei vasi delle gambe si manifesta negli ultimi stadi della malattia e il processo è irreversibile e porta all'amputazione dell'arto.

Con la transizione dell'aterosclerosi in una forma distruttiva, spesso i farmaci non sono più efficaci, pertanto i medici dovrebbero essere consultati in tempo per prevenire pericolose complicazioni come l'amputazione delle gambe e la morte. Se una persona nota regolarmente una sensazione di formicolio alle gambe, stanchezza, freddo costante ai piedi e alle gambe, non puoi ritardare la visita alla clinica e lo svolgimento di un esame.

A seconda del grado in cui la malattia è entrata, anche i sintomi clinici differiscono. La fase iniziale è caratterizzata da una sensazione di affaticamento delle gambe e dolore dopo uno sforzo intenso - lunga posizione o camminando per lunghe distanze. Nella seconda fase, il disagio si manifesta dopo aver superato una distanza di 200-300 metri.

Il terzo stadio è caratterizzato da attacchi dolorosi dopo un carico insignificante sugli arti inferiori, dopo aver superato anche 50-100 metri, a volte le gambe fanno male anche a riposo. All'ultimo, quarto stadio, le gambe fanno continuamente male e, quando si cammina e lo sforzo fisico, la sensazione è aggravata. Le ulcere trofiche compaiono sulla pelle, le dita diventano rosse, il che significa l'inizio dello sviluppo della cancrena.

Anche se il capillare è completamente bloccato dalla deposizione di colesterolo, il corpo crea un flusso sanguigno di bypass per fornire sangue agli arti. Pertanto, la malattia non è sempre facile da riconoscere. Quando appare un malessere generale, vale la pena sottoporsi a un esame anche per la prevenzione, in modo da non portare a gravi fasi di aterosclerosi.

Diagnostica

Di norma, l'aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori nelle fasi iniziali non si manifesta. Pertanto, se si sospetta lo sviluppo della malattia, è importante contattare gli specialisti per un esame. La diagnosi di aterosclerosi obleterica si basa sui seguenti punti:

  • presa di storia ed esame approfondito;
  • condurre un esame esterno e test funzionali;
  • Ultrasuono Doppler dei vasi delle gambe: consente di valutare le condizioni dei capillari, il loro lume, la presenza di stenosi e l'afflusso di sangue ai tessuti;
  • altri metodi hardware.

Il medico scopre se il paziente fuma o fuma in precedenza, se è soggetto a sovrappeso e reazioni allergiche, ascolta i reclami del paziente. Più spesso si riducono al dolore senza causa alle gambe. Successivamente, il medico esamina la pelle delle gambe, analizza le vene e conta il numero di contrazioni cardiache al minuto su grandi vasi. Le aree interessate vengono monitorate per il rumore esterno..

Le malattie concomitanti come il diabete mellito o l'ipertensione arteriosa non hanno poca importanza, poiché aggravano significativamente il decorso dell'aterosclerosi. Il fattore ereditario influenza anche il rischio di sviluppare patologie, quindi lo specialista scopre se l'aterosclerosi si è manifestata principalmente o se ci sono parenti che già soffrono di questa malattia.

Se necessario, vengono eseguiti ulteriori test funzionali:

  • Test Burdenko: consente di valutare se esiste un processo stagnante. Il paziente piega la gamba nell'articolazione del ginocchio e il medico esamina il piede, indipendentemente dal fatto che sulla pelle sia apparso un modello vascolare;
  • Test ipertermico di Shamov-Sitenko: viene posizionato un bracciale sulla spalla o nell'area della coscia, che interferisce con il normale afflusso di sangue all'arto. Dopo 5 minuti, viene rimosso e il medico rileva il periodo di tempo durante il quale la pelle acquisisce il solito colore (normalmente impiega 30–35 secondi). Con i disturbi circolatori caratteristici della distruzione dell'aterosclerosi, il ripristino dell'afflusso di sangue alle gambe richiede molto più tempo, da un minuto e mezzo in più;
  • Test di Moshkovich: al paziente viene chiesto di sdraiarsi con la schiena sul divano e sollevare le gambe dritte, perpendicolari al corpo (le ginocchia non sono piegate). Dopo 2-3 minuti, puoi alzarti e uno specialista valuterà lo stato della circolazione sanguigna. Normalmente, il colore naturale della pelle dovrebbe essere ripristinato in pochi secondi, in casi patologici, il processo richiede più di mezzo minuto.

Non sono richiesti altri metodi di esame per manifestazioni aterosclerotiche gravi. Ma se è necessario, vengono eseguiti test di laboratorio: il sangue viene prelevato per la quantità di colesterolo totale e la determinazione delle proporzioni di sostanze "buone" e "cattive". Per determinare con precisione il grado di alterazioni ischemiche, viene eseguito un esame con radioisotopi..

Durante la diagnosi, la diagnosi può essere confusa dal fatto che l'aterosclerosi degli arti inferiori si maschera da sola, cercando di non manifestarsi. Il corpo compensa l'insufficiente afflusso di sangue alle gambe creando nuovi percorsi vascolari, motivo per cui non è sempre possibile riconoscere immediatamente la malattia. Pertanto, il contatto per la diagnosi della patologia deve essere esperto e medici qualificati.

Metodi di trattamento

La selezione dei metodi di trattamento è a discrezione del medico curante che ha condotto l'esame. Se una persona si è rivolta alla clinica in tempo, notando i primi segni di aterosclerosi delle gambe, i rimedi popolari possono aiutarlo.

Con sintomi gravi, non è più possibile fare a meno di assumere farmaci se questa misura è efficace. Se sono necessarie misure urgenti, gli specialisti possono raccomandare uno dei metodi di intervento chirurgico. Il prossimo sarà descritto in modo più dettagliato su ciascuna metodologia per il trattamento della patologia..

Principi generali di terapia

Per ottenere il miglior effetto nel trattamento della distruzione dell'aterosclerosi, è necessario non solo eliminare i sintomi, ma anche agire sulle cause della malattia. È necessario regolare la dieta, abbandonando un gran numero di grassi animali e consumando più verdure, carne magra, pesce, verdure, frutta e verdura.

La terapia fisica è importante se la malattia si è manifestata a causa della bassa attività fisica. E dovresti anche abbandonare le dipendenze, più spesso essere all'aria aperta. Almeno 40 minuti ogni sera devi camminare per saturare il sangue con l'ossigeno. La dieta dovrà essere seguita per tutta la vita..

Un buon effetto nel trattamento e nella prevenzione dell'aterosclerosi dà l'uso di mirtilli, albicocche secche, cipolle e aglio, chokeberry. Il cavolo bianco è molto utile: contiene un'elevata quantità di vitamina C e rimuove il colesterolo "cattivo" dal corpo..

Durante lo sforzo fisico, una persona piena spende molte volte più riserve di ossigeno, motivo per cui gli mancano i tessuti e gli organi interni. Un giorno non puoi mangiare cibi contenenti più di 2 mila kcal, è necessario limitare la quantità di sale e zucchero. Per ripristinare il flusso sanguigno, viene prescritto un massaggio terapeutico della parte bassa della schiena e delle gambe. Ciò contribuisce all'attivazione della stimolazione miogenica, a causa della quale le cicatrici si risolvono, le cellule si rigenerano, i sintomi del declino della patologia.

Il carico principale quando si eseguono esercizi terapeutici ricade sulle gambe: eseguire altalene, rotazione della bicicletta sdraiata sulla schiena. È necessario caricare gradualmente il corpo, è meglio condurre lezioni di educazione fisica sotto la supervisione di un medico.

Etnoscienza

Il trattamento con i rimedi popolari si rivela più efficace nelle fasi iniziali dell'aterosclerosi, se si prendono regolarmente tinture cotte. Ecco le ricette più efficaci e popolari per il trattamento e la prevenzione della malattia:

  • tintura di ippocastano - 20 gr. le materie prime sono abbinate a 45 gr. luppolo e 35 gr. testa grande di cartamo (tutti gli ingredienti possono essere acquistati in farmacia). La miscela viene versata con 300 ml di acqua bollente, insistendo per diverse ore, dopo di che vengono utilizzate una volta in un bicchiere di pozione ogni giorno;
  • decotto dalla raccolta di erbe: mescola le erbe essiccate di salvia, reseda, camomilla, piantaggine e iperico (in proporzioni uguali, preferibilmente un cucchiaio). Quindi la miscela viene versata con acqua calda e lasciata per 24 ore. Usando la composizione ottenuta, vengono fatte applicazioni sugli arti colpiti dopo un accurato lavaggio delle gambe, la procedura viene ripetuta al mattino e prima di coricarsi;
  • sfregamento dell'olio - è necessario mescolare quantità uguali di oli di oliva e olivello spinoso, quindi strofinare sulla pelle delle gambe per 21 giorni consecutivi;
  • tintura per alcool - per la sua preparazione dovrebbe richiedere 20 gr. radice di elecampane essiccata, versare alcol in un volume di 100 ml ciascuno. Dopo tre settimane di infusione in un luogo buio, vengono versati 100 ml di propoli e bevono la composizione tre volte al giorno nella quantità di 30 gocce.

Il finocchio dà un buon effetto per trattare e prevenire l'aterosclerosi delle gambe. Un cucchiaio di semi di aneto deve essere versato con acqua bollente e insistito per 4-5 ore per una maggiore concentrazione di nutrienti. Usalo su un cucchiaino più volte al giorno.

Aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori

L'aterosclerosi degli arti inferiori è una malattia cronica causata da un flusso sanguigno alterato nelle sezioni terminali dell'aorta addominale e nei suoi rami principali a seguito della deposizione di lipidi modificati nelle pareti vascolari.

Un disturbo emodinamico prolungato nei grandi vasi delle gambe porta a ischemia e necrotizzazione dei tessuti adiacenti, minacciando di provocare gravi complicazioni come ulcere trofiche e cancrena. I cambiamenti vascolari sclerotici sono uno dei problemi più comuni negli anziani. Negli uomini, i primi segni di aterosclerosi degli arti inferiori compaiono dai 45-50 anni; nelle donne, un ordine di grandezza dopo - dai 60 ai 70 anni.

Le statistiche sulla morbilità in Russia fanno un'impressione deprimente: tre quarti della popolazione maschile sotto i 40 anni soffrono di aterosclerosi delle gambe e nei pazienti più anziani l'incidenza raggiunge il 90%.

Ragioni e meccanismo di sviluppo

Con l'aterosclerosi degli arti inferiori, le arterie delle gambe sono colpite e l'aspetto delle placche è più spesso osservato nei punti della loro ramificazione. Il meccanismo per lo sviluppo della patologia è il seguente:

  • a causa di vari fattori, i componenti lipidici e proteici si depositano sulle pareti dei vasi sanguigni, ciò provoca un restringimento del lume dell'arteria;
  • senza un trattamento precoce, si formano placche aterosclerotiche che ostruiscono la nave;
  • la circolazione sanguigna in quest'area viene dapprima disturbata e successivamente interrotta, viene disturbato anche il flusso linfatico;
  • si sviluppa una carenza di ossigeno nei tessuti, che provoca la formazione di lesioni trofiche e cancrenose.

La chiusura completa dell'arteria con depositi di colesterolo si chiama obliterazione o occlusione. L'obliterazione dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori è una malattia vascolare, accompagnata da un costante restringimento del loro lume, un aumento del volume delle placche e una ridotta circolazione.

I fattori di rischio per lo sviluppo della patologia sono sovrappeso, obesità e eccesso di cibo, presenza nella dieta di una grande quantità di grassi e carboidrati, ipertensione, distonia vegetativa-vascolare. Uno dei pericolosi provocatori è il fumo..

Le cause dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori sono anche:

  • Alphalipoproteinemia, o una violazione del metabolismo di proteine ​​e grassi nel corpo, è anche chiamata malattia di Tangeri;
  • inattività fisica;
  • iperfibrinogenemia - quando il livello di fibrinogeno nel sangue è al di sopra del normale;
  • periodo postmenopausale;
  • monocitosi: alto contenuto di monociti nel sangue;
  • ipotiroidismo - produzione insufficiente di ormoni tiroidei;
  • diabete;
  • Sindrome di Chediak-Higashi - la presenza di granuli nei globuli bianchi e nel midollo osseo, causando gravi infezioni purulente;
  • predisposizione genetica;
  • grave stress;
  • danno vascolare con virus, batteri o tossine;
  • l'effetto delle radiazioni ionizzanti;
  • malattia granulomatosa cronica;
  • produzione eccessiva di ormoni testosterone, estrogeni, progesterone;
  • omocistinuria - metabolismo alterato dell'aminoacido metionina.

Fasi dello sviluppo

Con un decorso progressivo di aterosclerosi degli arti inferiori, passano quattro fasi successive di sviluppo. Lo stadio attuale della malattia è determinato dall'intensità del dolore alle gambe, dalla tolleranza dello sforzo fisico e dalla gravità delle manifestazioni cliniche di insufficiente afflusso di sangue ai tessuti.

  1. Manifestazioni moderate di carenza di ossigeno nei tessuti: anemia della pelle. Il dolore ai piedi e alle gambe disturba il paziente solo con carichi significativi - non prima di un chilometro.
  2. Bassa tolleranza all'esercizio. Con la comparsa di dolore alle gambe a una distanza di 200-900 metri, viene accertato lo stadio di aterosclerosi degli arti inferiori IIA; con disagio in meno di 200 metri - stadio IIB.
  3. Il dolore alle gambe non diminuisce a riposo, il che indica un alto grado di stenosi o obliterazione dei vasi fino a quando l'arteria non è completamente chiusa.
  4. Sullo sfondo di una costante carenza di afflusso di sangue alle estremità inferiori, si sviluppano cambiamenti necrotici ulcerativi nei tessuti adiacenti ai vasi interessati; la cancrena è possibile.

Sintomi

Nel 50% dei casi, l'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori non mostra sintomi e non provoca disagio nei pazienti e viene rilevata da un ulteriore esame in un istituto medico.

Se il lume delle arterie si è notevolmente ridotto, compaiono i seguenti disturbi caratteristici:

  1. Claudicazione intermittente. È caratterizzato dall'apparizione periodica di dolore nei muscoli delle gambe durante il movimento (camminare). Più è "intasato" con placche arteriose, più spesso si verifica dolore e una persona è costretta a fermarsi e stare in piedi per un po 'di tempo in modo da placarsi. Il luogo in cui si verificano le sensazioni dolorose dipende dal livello della nave interessata dal processo aterosclerotico (muscoli della parte inferiore della gamba o della coscia). La claudicatio spesso intermittente colpisce i fumatori.
  2. Dolore in posizione orizzontale (a riposo). Man mano che l'aterosclerosi progredisce, il dolore si verifica non solo quando si cammina, ma anche a riposo, soprattutto quando si è sdraiati. A questo proposito, a volte vengono chiamati notturni, in quanto interferiscono con il sonno normale. Al fine di ridurre in qualche modo l'intensità del dolore, una persona è costretta a sdraiarsi con le gambe fuori dal letto.

Oltre a questi segni caratteristici, i sintomi dell'aterosclerosi degli arti inferiori possono essere:

  • Segni di malnutrizione della pelle degli arti inferiori - perdita di capelli sulla parte inferiore della gamba, infezione fungina persistente delle dita dei piedi.
  • Intorpidimento periodico.
  • Pelle pallida quando si sollevano le gambe sopra la vita.
  • Sensazione di perdita di controllo, incontrollabilità dei movimenti nell'articolazione della caviglia o del ginocchio ("gambe di altre persone").
  • Ulcere, cancrena delle dita dei piedi a causa della carenza di ossigeno nei tessuti e della malnutrizione (trofismo).

Diagnostica

La corretta diagnosi di aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori aiuterà a prescrivere il trattamento più efficace, che dipende dallo stadio di sviluppo della malattia

Cosa può attingere una persona dall'autoesame?

  • La pelle delle gambe diventa spessa e lucente.
  • Insieme alla perdita di capelli, le unghie dell'arto inferiore diventano fragili.
  • Spremendo e rilasciando un vaso sanguigno, è possibile controllare la velocità di riempimento con sangue.

Si raccomanda inoltre di eseguire la seguente procedura per controllare il livello di anemia della pelle: in posizione supina, sollevare le gambe dritte con un angolo di 45 gradi. Se l'affaticamento si verifica rapidamente e la pianta dei piedi diventa pallida, questo è un segno di lesione aterosclerotica.

Sono state sviluppate molte attrezzature mediche con le quali è possibile diagnosticare l'aterosclerosi dei vasi delle gambe. Il metodo più comune di diagnosi strumentale è l'ecografia.

Questo è il metodo più popolare ed economico che non crea ostacoli alla procedura ripetuta. Ti permette di vedere l'anatomia della nave, valutare le condizioni delle pareti, vedere le lesioni all'interno della nave. Ma ha i suoi svantaggi: in primo luogo, in alcune situazioni, i test ad ultrasuoni non forniscono informazioni complete per la costruzione di un quadro clinico integrale; in secondo luogo, le caratteristiche individuali del paziente, le malattie concomitanti (ad esempio la calcificazione) interferiscono con la corretta interpretazione dei risultati dell'esame.

  • TAC;
  • angiografia a risonanza magnetica;
  • angiografia standard.

Questi metodi hanno le loro caratteristiche, limitazioni, pro e contro. La decisione sulla necessità di utilizzare l'uno o l'altro strumento diagnostico viene presa dal medico curante dopo l'esame e l'esame della storia medica del paziente.

Come trattare?

La procedura per il trattamento dell'aterosclerosi obliterante degli arti inferiori è ampiamente determinata dallo stadio della malattia e dalle dimensioni della zona interessata. Nella fase iniziale, l'eliminazione dei fattori di rischio può garantire la prevenzione dello sviluppo di questa malattia. A tal fine, il paziente deve adeguare la sua dieta e il suo stile di vita..

Se al paziente viene diagnosticata l'aterosclerosi dei vasi delle gambe, allora deve prima di tutto:

  1. Regola la tua dieta riducendo gli alimenti ricchi di colesterolo e grassi animali.
  2. Riporta il tuo peso.
  3. È obbligatorio abbandonare le cattive abitudini e, prima di tutto, fumare.
  4. Adottare misure per mantenere la pressione sanguigna nell'intervallo di età appropriato (per le persone di età superiore ai 50-60 anni, la pressione dovrebbe essere di circa 140/90 mmHg).
  5. In caso di diabete, il paziente deve adottare misure per mantenere il normale livello di zucchero nel sangue.
  6. Monitora il colesterolo nel sangue.

Il trattamento dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori può essere effettuato in diverse direzioni:

  • trattamento non farmacologico (senza l'uso di droghe);
  • terapia farmacologica (con l'uso di medicinali);
  • trattamento delle malattie che hanno causato l'aterosclerosi;
  • trattamento chirurgico.

Il trattamento non farmacologico viene effettuato al fine di normalizzare l'intero stile di vita ed eliminare i fattori di rischio da esso. Se viene eliminato almeno un fattore di rischio, questa sarà la chiave per una significativa riduzione del rischio di varie complicanze. L'eliminazione di tutti i fattori porterà a un significativo miglioramento della prognosi della malattia..

Trattamento farmacologico

Il trattamento dell'aterosclerosi degli arti inferiori comprende una gamma di farmaci e procedure. Solo un medico qualificato può prescriverli, quindi assicurati di visitare l'ospedale.

  1. Farmaci con effetto antipiastrinico - influenzano positivamente il sistema circolatorio e abbassano il colesterolo nel sangue;
  2. Anticoagulanti (Warfarin, Eparina) - non consentono la coagulazione del sangue nei vasi, impediscono lo sviluppo di coaguli di sangue;
  3. Antispasmodici (Drotaverinum): alleviano gli spasmi e riducono il dolore;
  4. Gli unguenti con antibiotici (Oflokain, Delaskin, Levomekol, Dimexidum) - vengono utilizzati in presenza di ulcere trofiche;
  5. Farmaci che migliorano la nutrizione dei tessuti (Zincteral);
  6. Farmaci antipiastrinici (ad esempio, aspirina e reopoliglukin): prevengono la comparsa di coaguli di sangue e servono come migliore prevenzione di infarti e ictus;
  7. Farmaci che aumentano l'attività fisica del paziente. Grazie alla pentossifillina e al cilostazolo, camminare diventa quasi indolore e il flusso sanguigno generale negli arti inferiori è molto meglio;
  8. Vasodilatatori (vasonite, agapurina, vazaprostan, pentossifillina, pentillina, trenale);
  9. Vitamine
  10. Procedure fisioterapiche: darsonvalorizzazione, elettroforesi con novocaina, ossigenazione iperbarica.

Trattamento endovascolare

Il trattamento endovascolare è un'alternativa minimamente invasiva alla chirurgia e viene utilizzato nelle fasi successive dell'aterosclerosi, quando i metodi conservativi non sono più efficaci. Un dispositivo viene introdotto nell'area interessata dell'arteria che impedisce un ulteriore restringimento del lume della nave.

I metodi di trattamento endovascolare comprendono dilatazione con palloncino, stent e angioplastica. Le procedure vengono eseguite in una radiografia, dopo di che al paziente viene somministrata una medicazione a pressione e un riposo a letto viene prescritto per 12-18 ore.

Chirurgia

La chirurgia è l'ultima risorsa nel trattamento della malattia del piede. Prescrivere la chirurgia solo in caso di grave malattia coronarica con gravi complicanze, quando la terapia farmacologica è impotente. La frequenza di amputazione delle gambe dopo la diagnosi entro 1 anno è fino al 40% Di quali procedure stiamo parlando??

  • Chirurgia di bypass - organizzazione di un'ulteriore opportunità nell'area problematica dell'arteria per normalizzare il flusso sanguigno.
  • Angioplastica con palloncino con posizionamento nel letto vascolare del palloncino per espandere il lume ostruito.
  • Stenting della nave quando viene inserito un distanziatore tubolare nell'arteria problematica, controllando la dimensione del lume al livello stimato.
  • Endarterectomia con rimozione dell'area interessata e coaguli.
  • Autodermoplastica utilizzata nel trattamento delle ulcere trofiche non suscettibili alla terapia locale.
  • Protesi che consiste nel sostituire l'area interessata con un vaso autogeno o sintetico.
  • Amputazione della parte necrotica della gamba con ulteriori protesi.

Statistiche dell'OMS sulla mortalità dopo l'amputazione: durante l'anno - 20%, entro 5 anni - fino al 70%, entro 10 anni - fino al 95%. Nel Regno Unito, questa è la seconda causa di disabilità e disabilità..

Tecniche popolari

Dalla medicina alternativa per il trattamento dei depositi aterosclerotici, raccomandiamo prodotti marini con iodio. È necessario un oligoelemento per normalizzare la funzionalità del fegato, ripristinare il metabolismo dei grassi. Concentrazioni eccessive di colesterolo nel sangue vengono escrete dalle fibre vegetali di mele, pere, pane e crusca.

I fosfolipidi sono prescritti per aumentare la solubilità nel sangue. Migliori sono le sue proprietà liquide, minore è il colesterolo depositato nella parete vascolare. Per stabilizzare la condizione richiede un uso regolare di olio vegetale. Prodotti lattiero-caseari a basso contenuto di grassi necessari per mantenere calcio e magnesio.

Per la prevenzione dell'aterosclerosi, la medicina tradizionale offre una serie di ricette:

  • spremi il succo di mezzo limone in un bicchiere d'acqua, bevi due volte al giorno;
  • mangiare prugne, fichi, mele;
  • bere ogni giorno un bicchiere di succo, cetriolo - 50 ml;
  • mangia un cucchiaio di ravanello tre volte al giorno;
  • bere l'infuso di lamponi invece del tè.

Eventuali metodi di trattamento dell'aterosclerosi, rimedi popolari e procedure anti-aterosclerotiche devono essere concordati con il medico. L'auto-trattamento della patologia non porta al recupero e aggrava la condizione.

Cos'altro vale la pena prestare attenzione?

Affinché il trattamento dell'aterosclerosi sia efficace, è necessario attenersi a una dieta povera di grassi e colesterolo cattivo, includere più verdure, erbe, bacche e frutta nella dieta. Se il paziente soffre di dipendenze, è necessario fare ogni sforzo per sbarazzarsi della dipendenza. Ne beneficerà anche una moderata attività fisica (nuoto, camminata lenta). Per eliminare il dolore durante il movimento, è necessario assumere i farmaci prescritti dal medico.

Le scarpe per l'aterosclerosi dovrebbero essere comode e confortevoli. È meglio scegliere modelli ortopedici, in quanto forniscono un supporto ottimale per i piedi e una normale circolazione sanguigna. In assenza di capacità finanziarie, è possibile acquistare una soletta ortopedica. In nessun caso dovresti indossare scarpe strette che non sono adatte alle dimensioni: questo ostacolerà il movimento del sangue e porterà ad una esacerbazione della patologia.

Le gambe stesse devono essere mantenute calde, evitare l'ipotermia. Particolarmente attentamente dovrebbe fare riferimento alla procedura per il taglio dei chiodi. Se il lavoro del paziente è associato a una prolungata permanenza in piedi, ha senso cercare un altro posto, poiché tali carichi di aterosclerosi sono controindicati. Se un cambiamento di attività per qualche motivo non è possibile, è necessario almeno fornire relax alle gambe durante la giornata lavorativa, fare massaggi a casa e bagni freschi (non freddo!).

Prevenzione

La principale prevenzione dell'aterosclerosi comprende in primo luogo:

  1. Smettere di fumare.
  2. Una corretta alimentazione, dieta priva di colesterolo.
  3. Esercizio fisico.

Queste sono tre balene che ridurranno il rischio di aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori. Non è necessario esaurirsi con esercizi fisici, puoi semplicemente fare passeggiate quotidiane e fare esercizi per le gambe. Inoltre, una speciale digitopressione e ricette di medicina tradizionale aiutano come profilassi..

previsione

L'esito dell'aterosclerosi degli arti inferiori dipende da una serie di fattori: gravità dei sintomi e dinamica del processo, ereditarietà, età e salute generale del paziente, rispetto delle raccomandazioni del medico e disponibilità a rivedere il normale stile di vita.

Le possibilità di una cura completa esistono solo se rilevi l'aterosclerosi nella prima fase sullo sfondo di una storia semplice, ma non dovresti disperare: con un trattamento adeguato e un'assistenza attiva del paziente al processo terapeutico, la malattia può essere controllata e la disabilità evitata, prevenendo lo sviluppo di complicanze e preservando le funzioni degli arti.

Paolo

Ho dovuto affrontare il problema dell'aterosclerosi dei vasi delle gambe per esperienza personale e, sfortunatamente, non mi sono ancora completamente ripreso. Il medico curante ha affermato che ciò è dovuto al consumo eccessivo di cibi grassi. (Non mi dispiace andare al barbecue durante il fine settimana) Il trattamento è in corso da un po 'di tempo, ma ci sono alcuni benefici e si sente un effetto positivo. Se noti tali sintomi in te stesso, non ritardare, ma vai dal medico. Nella fase iniziale, tutto è trattato, più veloce e più facile..

alla procedura per tagliare le unghie. Se il lavoro del paziente è associato a una prolungata permanenza in piedi, ha senso cercare un altro posto, poiché tali carichi di aterosclerosi sono controindicati. Se un cambiamento di attività per qualche motivo non è possibile, almeno

Giglio

Con una violazione del metabolismo lipidico-carboidrato, l'aterosclerosi è un fenomeno comune. Mi è stata anche data questa diagnosi, il motivo è in una cattiva alimentazione e stress frequente. Era facile da trattare, ma richiedeva tempo. Diversi corsi di ateroclefite bio, ordinati presso shop.evalar, dieta alimentare e massaggio delle gambe e delle mani hanno fatto il trucco.

Aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori: sintomi, diagnosi e trattamento

Nelle persone sane, il lume dei vasi rimane pulito, quindi il sangue senza ostacoli segue i tessuti, fornendo loro ossigeno. I muscoli assumono abbastanza nutrienti per il normale funzionamento. Con l'aterosclerosi, i depositi di colesterolo sulle pareti dei vasi sanguigni, che di per sé restringe il lume e provoca l'infiammazione della parete, che provoca la formazione di coaguli di sangue.

Nel tempo, la quantità di colesterolo aumenta e si forma una placca di colesterolo. A volte può staccarsi, insieme a un flusso sanguigno, entrare in vasi più piccoli, ostruendo il loro lume. Nel tempo, le placche diventano difficili a causa della deposizione di sali di calcio e possono causare il blocco completo dei vasi sanguigni (occlusione).

Di solito l'aterosclerosi delle gambe si sviluppa lentamente. Il lume delle navi si chiude gradualmente, quindi all'inizio i sintomi possono essere lievi. Tuttavia, mentre il loro lume si restringe, i tessuti vengono sempre più forniti di ossigeno e sostanze nutritive. I sintomi aumentano e diventano più pronunciati. Se l'aterosclerosi si sviluppa piuttosto lentamente, i piccoli vasi che assumono la funzione dell'arteria interessata hanno il tempo di germogliare nei tessuti circostanti. Se si sviluppa più velocemente di quanto i vasi abbiano il tempo di crescere, non possono compensare la lesione a un buon livello..

Esistono diverse fasi dello sviluppo dell'aterosclerosi degli arti inferiori. Diversi ricercatori li dividono in modo diverso. Considera una delle classificazioni più dettagliate secondo A.V. Pokrovsky:

  1. Fase 1: preclinica. Si verifica quando si verifica una violazione del metabolismo lipidico nel corpo. Non ci sono ancora sintomi gravi in ​​questa fase. Il dolore alle gambe si verifica solo dopo che una persona ha percorso una lunga distanza.
  2. 2a stadio: compaiono già segni di aterosclerosi. Le gambe iniziano a far male dopo aver attraversato brevi distanze, da duecento a mille metri. Appare un sintomo della cosiddetta claudicatio intermittente: una persona spesso si ferma a causa del dolore per riposare, tuttavia, se continua a muoversi, le sue gambe iniziano a far male di nuovo.
  3. Fase 2b: il dolore alle gambe appare a distanze molto brevi, una persona non può camminare per più di duecento metri senza fermarsi.
  4. Fase 3: in questa fase il dolore appare a distanze molto piccole e talvolta anche a riposo.
  5. Fase 4: il dolore alle gambe è permanente, si sviluppano ulcere trofiche e necrosi tissutale.

A seconda di dove si verifica esattamente il restringimento del lume, l'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori è suddivisa nei seguenti tipi:

  • Occlusione di alto livello: sono interessati grandi vasi delle gambe, come l'aorta, le arterie iliache, le arterie femorali;
  • Occlusione di livello medio - sono interessate le arterie poplitea, così come i vasi sanguigni delle gambe;
  • Occlusione di basso livello: con questo tipo di aterosclerosi, viene colpita una delle arterie della parte inferiore della gamba o del piede.

Cause e fattori predisponenti

La causa principale dell'aterosclerosi è una violazione del metabolismo lipidico, un aumento del colesterolo nel sangue e un danno alle pareti dei vasi sanguigni.

Ci sono molti fattori che scatenano l'insorgenza di questa malattia:

  • Un ruolo importante per l'insorgenza dell'aterosclerosi è l'ereditarietà. Le persone che hanno parenti stretti con questa malattia sono più inclini ad essa rispetto a coloro che hanno una buona eredità..
  • Gli uomini si ammalano più spesso delle donne.
  • Il rischio di aterosclerosi aumenta con l'età.
  • L'aterosclerosi dei vasi delle gambe colpisce spesso i fumatori, perché la nicotina contenuta nelle sigarette provoca un restringimento dei vasi e colpisce anche le loro pareti interne, causando infiammazione. Nell'area infiammata, il colesterolo si deposita più velocemente..
  • Il sovrappeso può anche provocare questa malattia..
  • Nutrizione impropria, quando una persona mangia molto grasso, fritto, salato. I prodotti contenenti colesterolo in eccesso provocano un aumento del sangue;
  • Malattia ipertonica.
  • Diabete.
  • Uno stile di vita sedentario in cui il corpo non riceve sufficiente attività fisica. Le pareti dei vasi sanguigni diventano deboli e non possono resistere alla malattia.
  • Stress frequente.
  • Il rischio di sviluppare la malattia aumenta l'uso di bevande alcoliche, caffè.

Sintomi

L'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori può manifestarsi sintomaticamente all'inizio della malattia, quindi è importante conoscere i sintomi principali e prestare attenzione a loro in tempo.

Il sintomo principale e più evidente dell'aterosclerosi è il dolore. Poiché il movimento è un'attività fisica per le gambe, i muscoli hanno bisogno di più ossigeno e sostanze nutritive per affrontarla. Secondo il lume ristretto dei vasi sanguigni, il flusso sanguigno è impedito, il che significa che i muscoli non ricevono abbastanza ossigeno. L'aspetto del dolore e la sua intensità dipendono dallo stadio della malattia, da quanto si restringe il lume. Con lo sviluppo della malattia, il dolore appare anche a riposo, a volte di notte. I pazienti pendono una gamba malata dal letto, migliorando così il flusso sanguigno verso il basso e alleviando il dolore.

Poiché l'aterosclerosi delle arterie delle gambe è più comune nella vecchiaia, quando varie malattie articolari sono anche caratteristiche delle persone, è necessario essere in grado di distinguere il dolore articolare dal dolore con l'aterosclerosi. Con l'artrosi e altre malattie articolari, il dolore di solito appare all'inizio del movimento e poi scompare o diminuisce. I pazienti dicono che devono "divergere". Con l'aterosclerosi, il dolore si intensifica con un aumento del carico. Questo è importante da sapere per una diagnosi corretta, poiché vengono utilizzati metodi completamente diversi per il trattamento dell'aterosclerosi degli arti inferiori rispetto al trattamento delle malattie articolari.

Oltre al dolore, l'aterosclerosi è caratterizzata da una serie di altri segni:

  • Intorpidimento dei piedi, una sensazione di freddo in loro;
  • Oggettivamente, la temperatura dell'arto inferiore interessato è meno che sana. Il piede è freddo al tatto;
  • La pelle è pallida, nelle fasi successive può diventare cianotica;
  • I pazienti notano la pelle d'oca sulla pelle, come se qualcuno ci stesse strisciando sopra;
  • Le gambe sono ridotte di volume;
  • Sull'arto interessato, i capelli cadono e crescono male;
  • Le dita dei piedi si gonfiano, con lo sviluppo della malattia iniziano a diventare blu;
  • Nelle fasi successive, sulla pelle compaiono ferite e ulcere trofiche;
  • La lamina ungueale diventa sottile e fragile;
  • La malattia termina con la necrosi dell'arto.

Diagnostica

Per prescrivere il trattamento corretto per l'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori, la sua diagnosi è importante. Per fare ciò, eseguire le seguenti procedure diagnostiche:

  1. Storia presa. Al paziente viene chiesto l'insorgenza della malattia, i principi della comparsa del dolore e altri sintomi;
  2. Ispezione visuale. Qui puoi notare cambiamenti nel colore, volume degli arti, assenza di peli sulla parte inferiore della gamba, una sottile lamina ungueale - segni caratteristici di una cattiva alimentazione dei tessuti;
  3. Un importante criterio diagnostico è l'assenza di un impulso nelle arterie poplitea o femorale. Dipende dalla localizzazione del restringimento della nave;
  4. Chimica del sangue;
  5. Test di coagulazione del sangue;
  6. Dopplerografia ad ultrasuoni dei vasi degli arti inferiori: consente non solo di rilevare l'aterosclerosi, ma anche di suggerire approssimativamente dove si trova esattamente il restringimento del lume;
  7. Angioscanning ad ultrasuoni: è più informativo del metodo precedente e consente non solo di rilevare la localizzazione della patologia, ma anche di determinare il grado di restringimento, nonché la sua estensione;
  8. Rheovasography;
  9. Angiografia a contrasto di raggi X..

Trattamento

Il trattamento dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori dipende dallo stadio della malattia, dalla localizzazione del processo patologico, dal grado di restringimento del lume. È necessario iniziare il trattamento il più presto possibile, quindi è così importante diagnosticare la malattia in tempo.

Il trattamento comprende uno stile di vita corretto da parte del paziente, terapia farmacologica, fisioterapia e intervento chirurgico: una persona che soffre di aterosclerosi deve abbandonare le cattive abitudini, stabilire una corretta alimentazione, muoversi di più e curare malattie che provocano l'aterosclerosi a un livello adeguato..

Il trattamento farmacologico dell'aterosclerosi degli arti inferiori comprende la nomina dei seguenti farmaci:

  1. Gli agenti antipiastrinici, il più famoso dei quali è l'aspirina - aiutano a fluidificare il sangue e prevenire la formazione di coaguli di sangue;
  2. Anticoagulanti (eparina, warfarin) - prevengono la coagulazione del sangue all'interno dei vasi sanguigni e dei coaguli di sangue;
  3. Gli antispasmodici e gli analgesici sono progettati per alleviare il dolore, che è molto importante per l'aterosclerosi. A volte, specialmente nelle ultime fasi, il dolore può essere così intenso da essere alleviato anche dagli analgesici narcotici;
  4. vasodilatatori;
  5. Le statine sono farmaci che abbassano il colesterolo nel sangue, perché la sua deposizione sulle pareti dei vasi sanguigni è un fattore importante nello sviluppo dell'aterosclerosi.

Se necessario e malattie concomitanti, vengono prescritti altri gruppi di farmaci, ad esempio abbassando la pressione sanguigna con ipertensione, abbassando la glicemia nel diabete, ecc..

Il trattamento fisioterapico svolge un ruolo importante nel trattamento dell'aterosclerosi. Potrebbe essere:

  • elettroforesi;
  • UHF;
  • massaggio degli arti inferiori;
  • ossigenazione iperbarica;
  • magnetoterapia;
  • vari bagni: idrogeno solforato, radon, conifere, perla.

Separatamente, l'angioplastica con palloncino dovrebbe essere distinta, poiché non è un'operazione chirurgica in senso pieno. Per la sua realizzazione, non è necessaria l'anestesia generale, viene utilizzata solo l'anestesia locale. Un catetere sottile viene inserito nel lume della nave con un palloncino speciale all'estremità. Al restringimento della nave, il palloncino viene gonfiato, aumentando il gioco.

Tipicamente, l'angioplastica viene utilizzata nei casi in cui la terapia farmacologica non ha mostrato il risultato desiderato. Con questo metodo di trattamento, le complicanze sono estremamente rare, di solito il paziente lascerà presto l'ospedale e tornerà alla vita normale. Sfortunatamente, l'angioplastica è possibile solo nei casi in cui la nave viene ristretta per una breve distanza. Se le arterie sono colpite in molti luoghi o l'aterosclerosi si verifica in piccoli vasi, l'angioplastica non è possibile.

Una forma separata di angioplastica con palloncino è la crioplastica. Con questo metodo di trattamento, il lume della nave viene espanso usando ossido nitroso liquido. A contatto con una placca aterosclerotica attraverso le pareti del palloncino, il refrigerante la rompe.

Le indicazioni per il trattamento chirurgico dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori sono sintomi e diagnosi di lesioni multiple del letto vascolare o restringimento del vaso per un lungo periodo in cui l'angioplastica è impossibile. Tipi di trattamento chirurgico:

  1. Bypass. Per fare ciò, utilizzare le vene del paziente o le protesi sintetiche speciali. Le estremità dello shunt vengono suturate nella nave sopra e sotto il sito di restringimento, dirigendo così il flusso sanguigno per bypassare l'area interessata.
  2. Stening. Uno speciale distanziatore viene inserito nella nave interessata, che mantiene il lume al livello richiesto..
  3. Endoarteriectomia. In questo caso, il chirurgo rimuove la parete interna interessata della nave insieme alla placca.
  4. trombectomia Viene rimosso solo un coagulo di sangue che copre il lume della nave.
  5. Protesi. La nave interessata è sostituita da una vena o una protesi sintetica..
  6. Amputazione di un arto. La sua attuazione è necessaria nella quarta fase dell'aterosclerosi, quando la cancrena è già iniziata.

Prevenzione

La prevenzione dell'aterosclerosi è principalmente conforme allo stile di vita corretto:

  • è necessario smettere completamente di fumare, poiché anche una diminuzione del numero di sigarette fumate non è sufficiente per prevenire lo sviluppo della malattia;
  • ridurre il consumo di caffè, bevande contenenti caffeina, alcool;
  • se possibile, perdere peso;
  • organizzare una corretta alimentazione, ridurre il consumo di alimenti contenenti molto colesterolo;
  • camminare molto, dare al corpo sufficiente attività fisica;
  • è importante scegliere le scarpe giuste, non dovrebbe essere stretto;
  • evitare stress emotivi prolungati, stress;
  • monitorare la pressione sanguigna;
  • trattare tempestivamente malattie come l'ipertensione, diabete mellito;
  • sottoporsi regolarmente a visite mediche, monitorare il benessere. Se compaiono sintomi di aterosclerosi, consultare immediatamente un medico;
  • eseguire tutti gli appuntamenti medici.

Aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori

Le arterie poplitea, femorale e tibiale sono spesso coinvolte nel processo patologico..

L'OA delle arterie degli arti inferiori è al primo posto tra le malattie delle arterie periferiche di origine aterosclerotica. Secondo i dati pubblicati, l'obliterazione delle malattie delle arterie rappresenta circa il 16% di tutte le malattie vascolari.
Podrezenko E.S. Influenza di fattori
rischio per lo sviluppo di arteriosclerosi obliterante
arti inferiori / E.S. Podrezenko, S.S. Dunaevskaya // La salute è la base del potenziale umano: i problemi
e modi per risolverli. - 2012. - S. 576-578..

Sintomi di aterosclerosi dei vasi delle gambe

Lo sviluppo della malattia si verifica gradualmente e nelle fasi iniziali potrebbe non cedersi. In futuro, il paziente sviluppa dolore alle estremità inferiori, in particolare con la camminata prolungata, una sensazione di intorpidimento dei piedi. I piedi avvertono una diminuzione della temperatura, sono visibili pallore e cianosi e si verificano convulsioni. Nel tempo, una persona sviluppa claudicatio intermittente e si verificano cambiamenti trofici sotto forma di esfoliazione delle unghie e formazione di ulcere su dita e talloni.

  • con l'aterosclerosi, il paziente può sentire e osservare quanto segue:
  • dolore muscolare alle gambe, nelle fasi successive anche i piedi fanno male e il dolore non può essere alleviato con antidolorifici;
  • limitazione della mobilità della gamba interessata;
  • dolore lungo l'arteria colpita - prima durante lo sforzo fisico, poi a riposo;
  • claudicazione intermittente - dopo aver superato una certa distanza, una persona è costretta a rialzarsi e a riposare le gambe, e poi continua fino al prossimo attacco di debolezza;
  • formicolio, intorpidimento nella zona interessata;
  • ispessimento delle unghie;
  • perdita o crescita lenta dei peli sulle gambe;
  • sbiancamento durante il sollevamento delle gambe e un forte arrossamento durante l'abbassamento;
  • congelamento rapido delle gambe;
  • piaghe sulla pelle;
  • colore cremisi delle dita;
  • mancanza di pulsazione nell'arteria colpita;
  • aree di oscuramento della pelle - segni dell'inizio della cancrena in stadi avanzati;
  • raffreddamento della pelle della gamba;
  • diminuzione della massa e del volume dei muscoli delle cosce e delle gambe.

All'inizio della malattia, di norma, soffre un arto, quindi il processo acquisisce la simmetria - questo è un segnale che le arterie sono già colpite da entrambi i lati. Un esame obiettivo mostra una mancanza di pulsazione nella fossa poplitea, sulla coscia e sulla caviglia.

Fattori di rischio

Lo sviluppo di OA si basa sui seguenti fattori di rischio più significativi, il cui grado di influenza può essere diverse Fonti:
1. Kuznetsov M.R. Principi di base per la diagnosi e il trattamento dell'aterosclerosi obliterante delle arterie degli arti inferiori / M.R. Kuznetsov // Affari medici. - 2008. -
N. 1. - S. 3-8.
2. Podrezenko E.S. L'influenza dei fattori di rischio sullo sviluppo dell'aterosclerosi cancellante dei vasi degli arti inferiori /
E.S. Podrezenko, S.S. Dunaevskaya // La salute è la base del potenziale umano: problemi e soluzioni. - 2012. - S. 576-578.
3. Fattakhov V.V. Cancellare l'aterosclerosi degli arti inferiori nella pratica di un chirurgo policlinico /
V.V. Fattakhov // Medicina pratica. - 2010. - N. 2 (41). - S. 126-130. :

  • genere maschile (gli uomini sono ammalati 10 volte più spesso);
  • età (oltre 40 anni);
  • cattiva alimentazione;
  • sovrappeso (obesità);
  • fumo di tabacco;
  • ipocinesia (mancanza di attività motoria);
  • ipofunzione della tiroide e delle ghiandole genitali;
  • eredità;
  • alcune malattie concomitanti (diabete mellito, malattia coronarica, aritmie cardiache, lipidi, metabolismo dei carboidrati, ipertensione);
  • esposizione a fattori ambientali avversi.

Sviluppo in fase di aterosclerosi degli arti inferiori

La più dettagliata è la classificazione modificata dell'insufficienza arteriosa cronica degli arti inferiori (HANNK), che tiene conto degli effetti dell'ischemia critica degli arti, necessaria per determinare la tattica delle misure terapeutiche.

Fase 1Dolori muscolari solo con grande sforzo fisico (quando si cammina a una distanza superiore a 1 km). Appaiono i primi segni di stenosi: la pelle diventa pallida, arriva la sensazione di avere la pelle d'oca, sembra che le gambe siano sempre fredde, quando si cammina rapidamente si verifica affaticamento, si osserva una sudorazione eccessiva
Fase 2ASensazione di affaticamento e rigidità nei muscoli del polpaccio, alternando claudicazione dopo 200-1000 m
Fase 2BClaudicazione intermittente in meno di 200 m
Fase 3ALa claudicatio intermittente, dopo alcuni passaggi, ha versato dolore a riposo, se possibile, per mantenere l'arto inferiore in posizione orizzontale per più di 2 ore
Fase 3BDolore a riposo, edema ischemico, incapacità di mantenere l'arto inferiore in posizione orizzontale per 2 ore
Fase 4AGangrena delle dita o parte del piede con la prospettiva di mantenere la funzione di supporto dell'arto
Fase 4BVasti cambiamenti necrotici in un arto senza la capacità di mantenere la sua funzione di supporto

Diagnostica

Esiste un programma diagnostico standard per questa malattia:

  • Ultrasuoni dei vasi degli arti inferiori (scansione duplex e Doppler);
  • coagulogramma (determinazione del sistema di coagulazione del sangue);
  • determinazione del colesterolo e LDL nel sangue;
  • arteriografia delle gambe;
  • istituzione di pulsazioni nelle arterie periferiche;
  • MR-, angiografia MSCT.

Come indicato dal medico, la RM e la TC possono essere eseguite con contrasto, reovasografia.

Per la diagnosi tempestiva dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori, sono necessari un consulto di un chirurgo vascolare o un flebologo e una serie di misure diagnostiche.

A causa della natura sistemica del processo aterosclerotico nei pazienti con OA degli arti inferiori, si trova spesso una lesione combinata di vari pool arteriosi, quindi, in tali pazienti, lo studio delle arterie extracraniche e coronarie è parte integrante della diagnostica strumentale. L'identificazione della patologia in essi può richiedere un cambiamento nella tattica del trattamento o la sequenza degli interventi chirurgici.
Kuznetsov M.R. Principi di base per la diagnosi e il trattamento dell'aterosclerosi obliterante delle arterie degli arti inferiori / M.R. Kuznetsov // Affari medici. - 2008. -
N. 1. - S. 3-8..

Trattamento dell'aterosclerosi dei vasi degli arti inferiori

L'approccio al trattamento è determinato in base allo stadio della malattia ed è fondamentale scegliere il regime giusto. È necessario attenersi a una dieta con una limitazione dei cibi fritti e grassi, l'esclusione del fumo e dell'alcool, nonché la lotta contro l'eccesso di peso. Il paziente deve osservare la modalità di camminata e l'attività fisica, scegliere scarpe comode e spaziose, gestire anche le più piccole lesioni sulla pelle degli arti inferiori. Trattamento obbligatorio delle malattie croniche concomitanti.

I metodi di trattamento comprendono anticoagulanti, antiaggreganti piastrinici, farmaci che migliorano la microcircolazione del sangue, farmaci vasodilatatori, procedure fisioterapiche.

Nei casi più gravi, può essere necessario un trattamento chirurgico..