Fattori di rischio per la salute

I cosiddetti "fattori di rischio" svolgono un ruolo importante nel determinare il livello di salute..

Fattore di rischio - ulteriore effetto avverso sul corpo, aumentando la probabilità di malattia o morte.

Il problema dello studio dei fattori di rischio per le malattie, lo sviluppo di misure efficaci per la loro prevenzione dovrebbe diventare priorità nelle attività del sistema sanitario, società nel suo complesso.

La stragrande maggioranza della popolazione è costituita da individui praticamente sani. Una malattia si sviluppa quando le funzioni di un organo, di un sistema fisiologico o dell'intero organismo vengono interrotte o il loro reciproco coordinamento è già stato perso. A causa della malattia, l'equilibrio tra il corpo e l'ambiente è disturbato. In caso di malattia, contemporaneamente agiscono sia il fattore che ha causato la malattia sia la reazione difensiva dell'organismo. Una malattia vince solo se l'adattabilità e la capacità protettiva del corpo sono insufficienti per eliminare le cause della malattia.

I costi dell'assistenza sanitaria stanno aumentando e le malattie non mostrano una tendenza al ribasso, poiché la medicina sta combattendo le malattie, non le loro cause. Ostroslovy crede che nella prima metà della sua vita una persona acquisisca malattie e, nella seconda, cerchi modi per liberarsene. Nessuno, ovviamente, inizierà a rovinare la propria salute, sperando che, dicono, i medici guariranno, ma si osserva un atteggiamento negligente nei confronti della propria salute ad ogni passo.

Un fattore di rischio è qualsiasi situazione, abitudine, condizioni ambientali, condizioni fisiologiche o altri fattori che aumentano la suscettibilità alla malattia o la probabilità di un incidente.

I fattori potenzialmente dannosi per la salute umana e che contribuiscono al verificarsi di malattie sono chiamati fattori di rischio. A differenza delle cause dirette delle malattie (virus, batteri, ecc.), I fattori di rischio agiscono indirettamente, creando uno sfondo sfavorevole per l'insorgenza e lo sviluppo di malattie.

L'identificazione dei fattori di rischio aiuta a valutare i rischi per la salute e svolge un ruolo chiave nello sviluppo di programmi di prevenzione delle malattie e di promozione della salute..

È possibile identificare i fattori di rischio durante il sondaggio e l'esame del paziente.

Classificazione dei fattori di rischio per la malattia.

esogeno
incontrollabileclimatogeographic
gestitocultura socio-economica della vita familiare ambientale (salari, lavoro e riposo, condizioni di lavoro, caratteristiche nutrizionali)
endogeno
incontrollabileGenetica, genere, età, costituzione
gestitoSviluppo umano generale Livello di intelligenza Attività fisica Stato mentale ed emotivo. Credenze religiose

Fattori sia interni che esterni influenzano l'atteggiamento nei confronti della salute e i criteri per uno stile di vita sano. Conoscere la natura dell'influenza di questi fattori da parte dell'infermiera le consentirà di avvicinarsi individualmente durante la pianificazione e la fornitura di cure mediche.

I fattori interni che un infermiere dovrebbe considerare includono l'età del paziente, il suo sviluppo e livello di intelligenza generali, la valutazione da parte del paziente della sua attività e il suo stato mentale ed emotivo. L'infermiera deve tenere conto del livello di sviluppo, età e costituzione del paziente. L'atteggiamento nei confronti della salute e i criteri per uno stile di vita sano in un bambino, un adolescente, un adulto giovane e vecchio è ovviamente diverso. Il livello di conoscenza del paziente su come è organizzato il corpo umano e le sue funzioni, deve essere preso in considerazione dall'infermiera.

Il livello di intelligenza e educazione del paziente, il suo atteggiamento verso l'attività fisica è anche abbastanza importante per l'infermiere nel valutare l'atteggiamento del paziente nei confronti della salute e dello stile di vita. Un paziente affetto da una malattia cronica percepisce uno stato di salute in modo diverso rispetto a uno che non è mai stato gravemente ammalato. L'infermiera valuta l'atteggiamento del paziente sulla base di dati soggettivi da lui ricevuti, ad esempio lamentele di affaticamento, dolore. Dati oggettivi sulle condizioni fisiche del paziente possono essere ottenuti durante l'esame, determinando gli indicatori funzionali.

Per assistere l'infermiera, è anche necessario comprendere lo stato emotivo ed emotivo del paziente. Nei pazienti in cui i cambiamenti associati ad ogni periodo di età hanno causato stress, ci si dovrebbe aspettare reazioni emotive più forti quando compaiono segni della malattia. Le credenze religiose possono influenzare il trattamento di un paziente. La malattia può essere considerata una forma di punizione. Questo fatto dovrebbe essere preso in considerazione quando si redige un piano di assistenza infermieristica individuale..

I fattori esterni che influenzano le percezioni del paziente sulla salute e uno stile di vita sano includono la vita familiare, i fattori socioeconomici e la cultura. Se i genitori del paziente hanno reagito violentemente a ogni sintomo che si manifesta in lui come segno di una malattia potenzialmente grave e hanno immediatamente cercato assistenza medica, si può presumere che il paziente, quando diventerà adulto, reagirà in situazioni simili in situazioni simili. Inoltre, se la famiglia del paziente ha prestato maggiore attenzione alle misure di prevenzione delle malattie, allora come adulto, il paziente nella sua famiglia, apparentemente, aderirà alla stessa linea di comportamento.

I fattori socioeconomici (salari, risparmi, stabilità nel matrimonio, abitudini e condizioni di lavoro) possono aumentare il rischio di malattie e influenzare l'atteggiamento del paziente nei loro confronti.

Il sistema di valori e le abitudini del paziente sono influenzati dall'ambiente culturale. Ad esempio, studi sull'attuazione di misure sanitarie tra africani, indiani, cinesi e canadesi hanno rivelato differenze negli atteggiamenti nei confronti di tali misure. Gli infermieri dovrebbero anche considerare le differenze socioculturali tra se stessi e il paziente..

|prossima lezione ==>
Il ruolo dei paramedici nell'organizzazione della prevenzione medica|Raggruppare i fattori di rischio

Data di inserimento: 2014-01-04; Visualizzazioni: 6085; Violazione del copyright?

La tua opinione è importante per noi! Il materiale pubblicato è stato utile? Sì | Non

Principali fattori di rischio per malattie non trasmissibili

Domanda 1: rapporto tra salute e stile di vita sano. Fattori di rischio per le principali malattie non trasmissibili e infettive.

L'atteggiamento nei confronti della salute è determinato da circostanze oggettive, tra cui istruzione e formazione. Si manifesta nelle azioni e azioni, opinioni e giudizi delle persone riguardo a fattori che influenzano il loro benessere fisico e mentale. Differenziando l'atteggiamento nei confronti della salute in adeguato (ragionevole) e inadeguato (incurante), in tal modo distinguiamo in modo condizionale due tipi diametralmente opposti di comportamento umano in relazione a fattori che promuovono o minacciano la salute delle persone.

Tutti vogliono essere sani. Tuttavia, anche in una situazione di malattia, le persone spesso si comportano in modo inappropriato rispetto alle loro condizioni, per non parlare del fatto che, in assenza della malattia, non sempre soddisfano i requisiti sanitari e igienici. Ovviamente, la ragione del disallineamento tra il bisogno di salute e la sua effettiva realizzazione quotidiana da parte di una persona è che la salute è generalmente percepita dalle persone come qualcosa di incondizionatamente dato, come un fatto evidente, il bisogno per il quale, sebbene consapevolmente riconosciuto, ma come l'ossigeno, si sente solo in disavanzo. Quanto più adeguato è l'atteggiamento della persona verso la salute, tanto più intensa è la sua cura.

Ha senso distinguere due tipi di orientamento (relazioni) verso la salute. Il primo è che nella protezione della salute è orientato, prima di tutto, agli sforzi della persona stessa, o condizionatamente "a se stesso". Il secondo è prevalentemente "esteriore", quando una persona svolge un ruolo secondario. Il primo tipo comprende principalmente persone con una buona autostima della salute; sono principalmente interales, che sono caratterizzati da una tendenza ad attribuire la responsabilità del risultato della loro attività ai propri sforzi e capacità. Il secondo tipo comprende principalmente persone con scarsa e soddisfacente autostima della salute, esterni che attribuiscono la responsabilità dei risultati delle loro attività a forze e circostanze esterne. Pertanto, la natura dell'assistenza sanitaria di una persona è associata alle sue proprietà personali. Ne consegue che l'educazione di un adeguato atteggiamento nei confronti della salute è indissolubilmente legata alla formazione della personalità nel suo insieme e comporta differenze nel contenuto, nei mezzi e nei metodi degli effetti mirati.

Principali fattori di rischio per malattie non trasmissibili

I principali fattori di rischio per le malattie non trasmissibili che aumentano la probabilità di peggioramento della salute pubblica, dell'insorgenza e dello sviluppo di malattie

Molte malattie non trasmissibili hanno fattori di rischio comuni, come fumo, sovrappeso, colesterolo alto, ipertensione, uso di alcol e droghe, bassa attività fisica, disturbi psicosociali e disfunzione ambientale. L'esperienza dei paesi sviluppati testimonia in modo convincente: il risultato di misure vigorose per limitare la prevalenza dei fattori di rischio per le malattie non trasmissibili è di aumentare l'aspettativa di vita media della popolazione.

fumo

Secondo l'OMS, il fumo di tabacco è una delle principali cause di cattiva salute e morte prematura. Il fumo è uno dei fattori di rischio più significativi che portano allo sviluppo di malattie come cardiovascolari, respiratorie e alcune forme di cancro. Fino al 90% di tutti i casi di carcinoma polmonare, il 75% dei casi di bronchite cronica ed enfisema, il 25% dei casi di malattia coronarica sono associati al fumo. È anche noto che il catrame di tabacco non è l'unica sostanza pericolosa per la vita inalata durante il fumo. Più recentemente nel fumo di tabacco sono stati complessivamente 500, quindi 1000 componenti. Secondo i dati moderni, il numero di questi componenti è 4720, incluso il più velenoso - circa 200.

Va notato che il fumo esiste in due varietà cliniche completamente diverse: sotto forma di abitudini al fumo e sotto forma di dipendenza da tabacco. Coloro che fumano solo in virtù dell'abitudine possono diventare non fumatori completamente indolori, senza alcun aiuto medico e alla fine dimenticano persino di aver fumato. E quelli che hanno sviluppato dipendenza da tabacco, con tutto il desiderio, non possono smettere per sempre di fumare, anche se i primi giorni senza tabacco sono relativamente sicuri per loro. A volte e dopo una lunga pausa (in diversi mesi e persino anni) hanno una ricaduta. Ciò significa che il fumo ha lasciato un segno profondo nei meccanismi della memoria, del pensiero, dell'umore e dei processi metabolici del corpo. Secondo i dati disponibili, su 100 fumatori sistematici, solo sette fumano a causa dell'abitudine, i restanti 93 sono ammalati.

Come stabilito da studi speciali, fino al 68% del fumo di catrame bruciato ed espirato dal fumatore entra nell'ambiente, inquinandolo con resine, nicotina, ammoniaca, formaldeide, monossido di carbonio, biossido di azoto, cianuri, anilina, piridina, diossine, acroleina, nitrosoammine e altri nocivi sostanze. Se vengono fumate diverse sigarette in una stanza non ventilata, in un'ora un non fumatore inalerà quante sostanze nocive entrerà nel corpo di una persona che fumava 4-5 sigarette. Essendo in una stanza del genere, una persona assorbe tanto monossido di carbonio come un fumatore e fino all'80% di altre sostanze contenute nel fumo di sigarette, sigarette o tubi.

Restare regolarmente nel ruolo di "fumatore passivo" 2,5 volte aumenta il rischio di malattie cardiache fatali rispetto alle persone che non sono state esposte al fumo passivo. I bambini di età inferiore ai 5 anni sono più sensibili al fumo di tabacco. Il fumo passivo contribuisce allo sviluppo di ipovitaminosi in essi, portando alla perdita di appetito e indigestione. I bambini diventano irrequieti, dormono male, hanno una tosse prolungata, scarsamente curabile, spesso secca, di carattere parossistico. Durante l'anno soffrono di bronchite e SARS 4-8 o più volte. Più spesso rispetto ai bambini di genitori non fumatori, ottengono anche la polmonite.

Secondo gli scienziati, a causa dell'eliminazione della dipendenza da nicotina, l'aspettativa di vita media dei terrestri aumenterebbe di 4 anni. Molti paesi usano la leva economica per ridurre il numero di fumatori, come l'aumento sistematico dei prezzi del tabacco. Studi condotti da esperti americani hanno dimostrato che le persone che hanno appena iniziato a fumare, in particolare gli adolescenti, hanno maggiori probabilità di rispondere all'aumento dei prezzi. Anche un aumento del 10% del prezzo al dettaglio delle sigarette comporta una riduzione del loro acquisto di oltre il 20% e generalmente impedisce a molti di fumare..

In tutto il mondo, il numero di fumatori è in calo e in Russia il loro numero è di 65 milioni. Molte malattie acquisite dai russi sono legate al fumo. Secondo il ministero russo della Salute e dello sviluppo sociale, tra i russi di mezza età, la mortalità dovuta al fumo è del 36% per gli uomini e del 7% per le donne. Più di 270 mila persone muoiono ogni anno per cause associate al fumo nel paese - più che per AIDS, incidenti stradali, tossicodipendenza e omicidi messi insieme. A causa dell'aumento del consumo di tabacco, l'incidenza del cancro ai polmoni negli ultimi 10 anni è aumentata del 63%. La prevalenza del fumo in Russia tra la popolazione maschile è del 70%, tra le donne - oltre il 14%. 280 - 290 miliardi di sigarette vengono consumate ogni anno nel nostro paese e la produzione di tabacco è in costante crescita. Particolarmente allarmante è il fumo tra gli adolescenti, che sta diventando un disastro nazionale. Il picco di iniziazione al fumo si verifica in età scolare - da 8 a 10 anni. Tra gli adolescenti di età compresa tra 15 e 17 anni, i residenti urbani fumano in media il 39,1% dei ragazzi e il 27,5% delle ragazze. Indicatori simili nel territorio di Krasnodar sono al di sotto della media nazionale: il 35,7% per i ragazzi e il 22,5% per le ragazze.

Sovrappeso

In quasi tutti i paesi (sia ad alto che a basso reddito), si sta verificando un'epidemia di obesità, sebbene con grandi variazioni tra e all'interno dei paesi. Nei paesi a basso reddito, l'obesità è più comune tra le donne di mezza età, le persone con uno status socioeconomico più elevato e le persone che vivono nelle città. Nei paesi più ricchi, l'obesità non è comune solo tra le donne di mezza età, ma diventa anche più comune tra i giovani e i bambini. Inoltre, colpisce sempre più le persone con uno stato socioeconomico inferiore, in particolare le donne. Per quanto riguarda le differenze tra aree urbane e rurali, stanno gradualmente diminuendo o addirittura cambiando posto.

Il cibo e i prodotti alimentari sono diventati prodotti fabbricati e commercializzati, che, a seguito del loro sviluppo, si sono evoluti da un tempo prevalentemente "mercato locale" a un mercato globale in continua crescita. I cambiamenti nel settore alimentare globale si riflettono in un cambiamento nella dieta, ad esempio un aumento del consumo di cibi ricchi di grassi e grassi, in particolare alimenti contenenti grassi saturi, a basso contenuto di carboidrati non raffinati. Queste tendenze sono esacerbate dalla riduzione del consumo di energia fisica della popolazione causato da uno stile di vita sedentario, in particolare dalla presenza di veicoli, dall'uso di elettrodomestici che riducono la complessità del lavoro a casa, dalla riduzione dei lavori che richiedono lavoro fisico manuale e dal tempo libero, che è principalmente un passatempo, non associato all'attività fisica.

Come risultato di questi cambiamenti nella dieta e nello stile di vita, le malattie croniche non trasmissibili - tra cui obesità, diabete mellito, malattie cardiovascolari (PRS), ipertensione e ictus, nonché alcuni tipi di cancro - stanno diventando sempre più cause di disabilità e morte prematura nelle persone nei paesi in via di sviluppo e paesi che hanno recentemente raggiunto uno status sviluppato, rappresentando così un onere aggiuntivo per i bilanci del settore sanitario nazionale, che sono già gravati da costi.

Secondo l'Ufficio europeo dell'OMS nella maggior parte dei paesi europei, circa il 50% della popolazione adulta, sia uomini che donne, ha un indice di massa corporea maggiore del valore desiderato (BMI> 25). In Russia, secondo studi di monitoraggio condotti in varie regioni della Russia, si osserva sovrappeso nel 15-40% della popolazione adulta. Le statistiche mediche presentate dall'Istituto statale di informazione medica e centro analitico del Dipartimento della salute del territorio di Krasnodar indicano un costante aumento degli indicatori della linea "malattie del sistema endocrino, disturbi alimentari e disturbi metabolici". Secondo i risultati del solo 2005, il tasso di crescita nella popolazione adolescente (15-17 anni) era 2,5 e nella popolazione adulta (18 anni e più) della regione 1,55 per 1000 abitanti di questa fascia di età. Al fine di ottenere i migliori risultati possibili per la prevenzione delle malattie croniche, è necessario riconoscere pienamente il ruolo guida della dieta.

Colesterolo alto nel sangue

Esiste una relazione definita tra il colesterolo nel sangue elevato e lo sviluppo di CVD. Secondo l'OMS, una riduzione del 10% del livello medio di colesterolo nella popolazione riduce il rischio di sviluppare una malattia coronarica del 30%. Il colesterolo elevato, a sua volta, è determinato dal consumo eccessivo di grassi animali, in particolare carne, salsicce, latticini grassi e latte. La prevalenza dell'ipercolesterolemia in Russia è molto alta. Quindi, fino al 30% degli uomini e il 26% delle donne di età compresa tra 25 e 64 anni hanno colesterolo superiore a 250 mg%.

Per la maggior parte delle persone nel mondo, specialmente nei paesi in via di sviluppo, i prodotti animali rimangono il cibo preferito per il loro valore nutrizionale e il loro gusto. Un consumo eccessivo di prodotti di origine animale in alcuni paesi e classi sociali può tuttavia comportare un consumo eccessivo di grassi. L'aumento della quantità di grassi nella dieta in tutto il mondo supera l'aumento della quantità di proteine ​​nella stessa dieta.

La nutrizione rimane una delle questioni più complesse e insufficientemente studiate nel campo del rafforzamento della salute della popolazione russa. Fino a poco tempo fa, nel campo della prevenzione delle principali malattie non trasmissibili, l'assistenza sanitaria russa ha coltivato un punto di vista sull'alimentazione come uno degli aspetti del trattamento, come un tipo di terapia, come una medicina. Il compito di organizzare un sistema per misurare i livelli di colesterolo nel sangue nella popolazione, nonché migliorare la qualità delle misurazioni dei lipidi nel sangue in pratici laboratori sanitari con la diffusa introduzione di misurazioni di controllo di qualità interne ed esterne, è estremamente urgente. Ciò consentirà alle organizzazioni coinvolte nella pianificazione sanitaria di valutare e monitorare obiettivamente il profilo lipidico della popolazione e, quindi, di indirizzare gli interventi preventivi nella giusta direzione. Inoltre, ciò contribuirà ad evitare sia una sottovalutazione che una stima eccessiva del numero di persone con ipercolesterolemia e un'adeguata valutazione del costo delle misure preventive..

L'importanza dell'alimentazione per il mantenimento e il rafforzamento della salute e per la prevenzione delle malattie è fuori dubbio. La maggior parte dei dati riguardanti la gravità della relazione tra nutrizione e patologia cronica è stata accumulata nel campo delle malattie cardiovascolari. Le relazioni tra dieta, livello lipidico nel plasma sanguigno e frequenza delle malattie coronariche (CHD), dove è stato studiato un vasto materiale sperimentale, clinico ed epidemiologico, sono studiate al meglio. Come risultato di questi e altri studi, all'inizio degli anni '70 c'era un'opinione sul ruolo negativo degli acidi grassi saturi (FA), sul ruolo positivo di FA polinsaturo.

Studi sul profilo lipidico e sui modelli nutrizionali della popolazione russa indicano che in quasi il 60% della popolazione, i livelli di colesterolo nel sangue superano il livello favorevole raccomandato (200 mg / dl). Il 20% della popolazione ha un livello di colesterolo di almeno 250 mg / dl e nel 15-16% degli uomini di età compresa tra 20 e 54 anni, i livelli di colesterolo nel sangue superano i 260 mg / dl.

Ipertensione

Tra le malattie cardiovascolari, l'ipertensione arteriosa è una delle malattie più comuni. La sua frequenza aumenta con l'età. Le complicanze cardiovascolari dell'ipertensione arteriosa, principalmente l'ictus cerebrale, l'infarto del miocardio sono la principale causa di morte e disabilità della popolazione in età lavorativa e causano danni socioeconomici significativi.

L'AH è uno dei principali fattori di rischio per lo sviluppo di complicanze cardiovascolari. Tuttavia, questo rischio aumenta drasticamente se l'ipertensione è combinata con altri fattori di rischio per CVD, in particolare con dislipidemia, diabete mellito e fumo. Pertanto, quando si esegue un programma per controllare l'ipertensione, è consigliabile, oltre alla pressione, provare a correggere altri fattori di rischio. Quindi questo aumenterà significativamente l'efficacia della prevenzione dell'infarto miocardico e dell'ictus. Pertanto, quando si valuta il rischio di complicanze cardiovascolari nei pazienti con ipertensione, è necessario tenere conto non solo del grado di aumento della pressione sanguigna, ma anche di altri fattori di rischio, ad es. valutare i rischi globali o totali in base alle sue dimensioni, determinare le tattiche di trattamento di un particolare paziente.

In Russia, secondo gli studi di screening del Centro di ricerca statale per la medicina preventiva del Ministero della salute e dello sviluppo sociale, la prevalenza dell'ipertensione arteriosa era: tra gli uomini in età lavorativa dal 24 al 40%, tra le donne - 26-38%. Nei gruppi di età più avanzata (50-59 anni), questo indicatore tra le donne era del 42-56% e tra gli uomini il 39-53%.

Consumo di alcool

Secondo gli esperti dell'OMS, la causa principale della crisi demografica in Russia, insieme al "collasso del sistema sanitario e allo stress psicosociale", è l'eccessivo consumo di alcol: negli ultimi anni la Russia è diventata il leader mondiale nel consumo di alcol pro capite - 13 litri a persona un anno, con un indicatore europeo medio di 9,8 litri.

In termini di entità del danno causato dal consumo di alcol, l'alcolismo cronico, uno dei tipi di malattie legate alla dipendenza, dovrebbe venire prima di tutto. La prevalenza dell'alcolismo secondo varie fonti è del 2-20% della popolazione. E sebbene la differenza negli indicatori dipenda in gran parte dalla differenza nei criteri di valutazione, tuttavia, tutti riconoscono il grande valore delle conseguenze negative che l'alcol porta a. Oltre al danno diretto causato dall'alcol ai consumatori diretti, il suo effetto negativo si manifesta sotto forma di un problema secondario - un ambiente "co-dipendente" tra i suoi parenti che sviluppano condizioni nevrotiche, depressione, patologia della personalità, sofferenza psicosomatica. Ciò influisce negativamente sulla qualità della vita di tutta la popolazione, crea ulteriori oneri di natura medica e sociale..

È noto che l'alcolizzazione cronica aumenta significativamente la mortalità a causa di altre cause, in particolare malattie del sistema cardiovascolare, fegato, tratto gastrointestinale, lesioni domestiche e professionali. Il tasso di mortalità totale dei pazienti con alcolismo è 2 volte superiore rispetto a una situazione simile e tra il numero totale di decessi improvvisi, il 18% è associato all'ubriachezza. Negli ultimi anni, ci sono state segnalazioni del ruolo patogeno dell'etanolo nello sviluppo del cancro. Negli esperimenti sugli animali, è stato dimostrato che l'etanolo interferisce con la distruzione naturale delle sostanze cancerogene che entrano nel corpo..

Rallentando il decadimento di alcuni agenti cancerogeni contenuti nel fumo di tabacco, l'alcolista aggrava significativamente il rischio di cancro del fumo. Le neoplasie maligne della cavità orale e del tratto respiratorio superiore nei fumatori di alcol sono, secondo i nostri dati, 6 volte più comuni rispetto alla popolazione generale; più spesso hanno il cancro dell'esofago, dello stomaco, del pancreas. Un ruolo speciale è giocato dall'intossicazione cronica da alcol, mediata da disturbi neuropsichiatrici, come causa di suicidio. Lo sviluppo di tendenze suicide e il rischio di suicidio nei pazienti con alcolismo è 200 volte superiore rispetto alla popolazione generale.

Di particolare preoccupazione è la crescente prevalenza del consumo di alcol negli adolescenti, in particolare tra gli adolescenti urbani - gli scolari. Secondo gli studi di monitoraggio condotti dal Centro per il monitoraggio delle cattive abitudini tra i bambini e gli adolescenti dell'Istituto centrale di ricerca sull'organizzazione e l'informatizzazione della salute del Ministero della salute della Federazione russa, la prevalenza del consumo di alcol tra gli adolescenti urbani di età compresa tra 15 e 17 anni in media in Russia era dell'81,4% nei ragazzi e 87 4% nelle ragazze. Studi di monitoraggio simili condotti dal Centro sanitario statale "Centro per la prevenzione medica del dipartimento della salute del territorio di Krasnodar" hanno dimostrato che la prevalenza di bevande alcoliche negli adolescenti di Kuban supera la media nazionale e fa l'83,5% per i ragazzi, l'89,9% per le ragazze per 100 adolescenti di 15-17 anni.

Prevalenza farmacologica

Il problema dell'abuso di droghe è determinato da un complesso di fattori ed eventi correlati negativi, tra i quali spiccano:

Profonde conseguenze mentali e fisiche distruttive da abusi, che comportano l'impossibilità del normale funzionamento di una persona come persona e come membro della società;

la crescente prevalenza mondiale dell'abuso di droghe, assumendo il carattere di epidemie in molte società e colpendo principalmente persone in età lavorativa, giovani e adolescenti;

significative perdite sociali ed economiche associate ai due suddetti fattori, l'aumento degli eventi criminogeni, la distruzione del pool genico nazionale;

la crescente influenza della mafia della droga, la sua penetrazione nelle strutture amministrative, gestionali ed economiche, le forze dell'ordine, che comporta una situazione di anomalia (disorganizzazione) della società;

distruzione degli attributi della cultura tradizionale, compresi i sanitari.

Secondo gli esperti della Russian State Medical University, la tossicodipendenza negli adolescenti, incluso quello mentale, si forma con la prima iniezione di eroina nel 55% dei casi nei ragazzi e nell'82% nelle ragazze. Solo negli ultimi 10 anni, il numero di morti tra i giovani a causa del consumo di droga in Russia è aumentato di 42 volte

Bassa attività fisica

Una bassa attività fisica o uno stile di vita sedentario sono un fattore di rischio indipendente per lo sviluppo di malattie cardiovascolari e di altro tipo, tra cui cardiopatia coronarica, ictus, ipertensione, diabete mellito non insulino-dipendente e osteoporosi. Le persone non allenate hanno un rischio 2 volte maggiore di sviluppare CVD rispetto alle persone fisicamente attive. Il grado di rischio per le persone sedentarie è paragonabile al rischio relativo dei tre fattori più famosi che contribuiscono allo sviluppo della CVD: fumo, ipertensione arteriosa e ipercolesterolemia.

Per migliaia di anni dell'esistenza delle specie biologiche dell '"uomo pensante" sulla Terra, l'apparato muscolare era l'unica fonte di supporto vitale per esso. Negli ultimi 100 anni, la quota di lavoro fisico nel garantire la vita umana è diminuita di 200 volte. Ciò ha portato al fatto che in una persona civile moderna 500-750 kcal al giorno sono spesi per lavoro fisico, che è 2-2,5 volte inferiore a quanto stabilito nel genotipo umano ed è necessario per la vita normale. Una persona sana dovrebbe spendere 350-500 kcal di energia al giorno o 2000-3000 kcal - settimanalmente su carichi fisiologicamente sani a causa dell'educazione fisica e dello sport che migliorano la salute..

L'attività fisica è un fattore determinante per il peso corporeo. Inoltre, l'attività fisica e l'idoneità fisica (che si riferisce alla capacità di esercitare l'attività fisica) sono importanti modificatori di mortalità e morbilità associate a sovrappeso e obesità. Vi sono prove chiare che la forma fisica da moderata a elevata fornisce un rischio significativamente più basso di malattie cardiovascolari e mortalità per tutte le cause. Secondo molti scienziati, un sistema di esercizi fisici correttamente costruito non solo mantiene la longevità attiva, ma prolunga la vita di una media di 6-8 anni.

Disturbi psicosociali

Nella pratica dell'assistenza sanitaria di base, ci sono spesso casi di disturbi psicosociali che aggravano le malattie fisiche del paziente e costituiscono di per sé una minaccia per la sua salute. Il disturbo psicosociale più comune e sottostante è la sindrome depressiva. Va ricordato che tra i pazienti con depressione, 2/3 sono inclini a tentativi di suicidio e il 10-15% si suicida. Circa il 30% della popolazione adulta totale a volte sperimenta depressione e ansia che possono influenzare le loro attività quotidiane. Le donne hanno 2-3 volte più probabilità degli uomini di chiedere aiuto a un medico di base in relazione a depressione e ansia.

Stato ecologico.

Il più grande inquinante è il complesso dei trasporti, che comprende il trasporto su strada, marittimo, ferroviario, aereo e fluviale. L'aumento delle emissioni da fonti mobili è dovuto a un aumento del numero di veicoli utilizzati dai cittadini, compresi quelli provenienti da altre regioni del paese, nonché a un aumento del volume dei trasbordi di merci nei porti marittimi. Dal 2000, l'aumento annuale del numero di veicoli nella regione è di circa 61 mila unità. L'aumento delle emissioni di inquinanti dei veicoli è dovuto non solo alla sua quantità, ma anche alle sue condizioni tecniche e alla qualità del combustibile utilizzato. Il trasporto su strada, essendo la principale fonte di inquinamento, insieme ai gas di scarico rilascia nell'atmosfera più di 200 sostanze nocive, compresa la classe di pericolo I-II: ossidi di carbonio, ossidi di azoto, anidride solforosa, benzene, formaldeide, benz (a) pirene..

Gli inquinanti ambientali più pericolosi per l'uomo sono le diossine, come non esiste un limite inferiore per l'innocuità delle diossine a causa del loro effetto cumulativo sull'ambiente. Le diossine in quantità significative si formano durante la combustione di rifiuti, rifiuti solidi urbani, in cui si accumula cloro. La fonte della sua formazione a causa di tecnologie imperfette sono anche industrie metallurgiche, chimiche e di altro tipo.

Nuoto in bacini naturali, bagni di sole, passeggiate nei boschi, kayak e molto altro: tutto ciò è associato a un certo rischio per l'uomo. Ma questi pericoli non devono essere confrontati con i disastri naturali che distruggono i valori materiali creati dall'uomo, minacciano la vita e la salute delle persone. Le caratteristiche dei fenomeni naturali comprendono la loro improvvisità e imprevedibilità, nonché la breve durata del loro aspetto ad alta intensità. Le catastrofi naturali non dipendono da una persona, ma non contribuiscono intenzionalmente al loro aspetto e neppure la provocano, intensificando i processi distruttivi nei paesaggi (erosione del suolo, fanghi, tempeste di polvere, ecc.). Lo studio dei fenomeni naturali che aggravano la sicurezza ecologica della regione consentirà di valutare la loro minaccia alla vita delle persone in determinate aree, di determinare il loro impatto sul funzionamento dei singoli paesaggi e di sviluppare misure protettive di tipo ecologico, tecnico ed ecologico-tecnico.

Un'analisi della prevalenza dei fattori di rischio per le malattie non trasmissibili indica la necessità di misure preventive mirate, la più importante delle quali include l'educazione igienica e l'educazione della popolazione con l'obiettivo di creare uno stile di vita sano, espandere e migliorare le cure psicoterapiche e psico-preventive, normalizzare la situazione ambientale e migliorare le misure di protezione ambientale. L'esperienza mondiale indica l'elevata efficacia di questa attività preventiva, a condizione che sia continua e che gli sforzi dei settori e dei dipartimenti interessati siano coordinati.

FATTORI DI RISCHIO E PREVENZIONE DELLE MALATTIE CRONICHE

La salute della popolazione è determinata dalla complessa influenza dei fattori determinati dallo stile di vita di una persona, dallo stato del suo ambiente (aria atmosferica, acqua, suolo, livello di benessere della società, ecc.), Eredità e stato di salute pubblica. Inoltre, alcuni fattori influenzano positivamente lo stato di salute della popolazione, mentre altri, al contrario, hanno un effetto negativo. I fattori potenzialmente pericolosi per la salute umana e che contribuiscono al verificarsi di malattie sono chiamati fattori di rischio..

Pertanto, i fattori di rischio sono potenziali rischi per la salute che aumentano la probabilità di malattie, il loro sviluppo e gli esiti avversi. Il concetto di "fattore di rischio" si applica a qualsiasi fenomeno la cui influenza aumenti la probabilità di malattie. Insieme alle cause immediate delle malattie, i fattori di rischio che agiscono indirettamente interrompono i meccanismi di adattamento psicofisiologico e creano quindi condizioni per l'insorgenza e lo sviluppo di malattie.

L'identificazione dei fattori di rischio e la prevenzione delle malattie croniche contribuiscono al mantenimento della salute e al miglioramento della qualità della vita della popolazione. In quest'ottica, il compito più importante delle autorità pubbliche è sviluppare una serie di misure volte non solo alla prevenzione delle malattie, ma soprattutto alla correzione e all'eliminazione dei fattori di rischio per la loro insorgenza. La classificazione dei fattori di rischio è presentata in Fig. 6.1.

Figura. 6.1. Classificazione dei fattori di rischio (Medic V.A., Yuryev V.K.)

La divisione dei fattori in determinati gruppi è molto arbitraria, dal momento che una persona è di solito esposta al complesso effetto di fattori correlati e condizionanti. A questo proposito, quando si studia la salute della popolazione, vengono effettuati studi statistici completi, che tengono conto dell'influenza di molti fattori, della relazione e della classificazione di ciascuno di essi..

I fattori di rischio più comuni che possono essere corretti tra gli adulti sono:

- ipertensione;

- colesterolo alto (ipercolesterolemia);

- bassa attività fisica;

- consumo eccessivo di sale;

Alta pressione sanguigna Secondo l'OMS, circa ogni quinta persona che vive in paesi economicamente sviluppati ha la pressione alta, ma la maggior parte dei pazienti ipertesi non controlla la propria condizione. La percentuale di persone che soffrono di ipertensione arteriosa in singoli soggetti della Federazione Russa varia dal 30 al 45%. In tali pazienti, il rischio di sviluppare malattie coronariche è 6 volte più elevato e ictus 2 volte più elevato rispetto a quelli con pressione sanguigna normale..

Un aumento prolungato della pressione sanguigna ha un effetto dannoso su molti organi e sistemi del corpo umano, ma il cuore, il cervello, i reni e gli occhi soffrono di più. Pertanto, la prevenzione e il trattamento dell'ipertensione dovrebbero essere la parte principale di un pacchetto di misure volte a combattere i fattori di rischio per le malattie cardiovascolari (fumo, ipercolesterolemia, mancanza di esercizio fisico, sovrappeso, ecc.).

Il fumo è un fattore di rischio che contribuisce al verificarsi di malattie principalmente cardiovascolari e oncologiche. È ormai ampiamente riconosciuto che l'eradicazione del fumo è una delle misure più efficaci per migliorare la salute della popolazione. Molti paesi (USA, Finlandia, Islanda, Irlanda del Nord, Canada, ecc.) Hanno lanciato una campagna nazionale per combattere il fumo, che ha portato a una riduzione significativa del numero di fumatori e un miglioramento della salute della nazione..

La Federazione Russa è tra i paesi con il più alto consumo di tabacco - oltre il 50% della popolazione fuma. Tra loro

63% degli uomini, 30% delle donne, 40% dei ragazzi, 7% delle ragazze. Ogni anno, il numero di fumatori in Russia aumenta dell'1,5-2%. Il 40% delle morti di uomini per malattie del sistema circolatorio sono associate al fumo. Secondo varie stime di esperti, in Russia muoiono ogni anno da 330 a 500 mila persone per malattie legate al fumo. Nonostante il declino della popolazione, il consumo di sigarette aumenta ogni anno. Il fumo di tabacco è un importante fattore di rischio per lo sviluppo di malattie vascolari, bronco-polmonari e gastrointestinali. Con l'uso del tabacco, aumenta il rischio di sviluppare malattie del sistema riproduttivo, morte intrauterina del feto, malattie della cavità orale, altri organi e sistemi del corpo. La percentuale di fumatori tra bambini, adolescenti e donne sta crescendo a un ritmo allarmante..

Pertanto, la lotta contro il fumo come prevenzione di molte malattie dovrebbe avere un posto importante. Tra le misure volte a combattere il fumo, le più significative sono il divieto di pubblicità sul tabacco, l'adozione di misure legislative per vietare il fumo nei luoghi pubblici, lo sviluppo e l'attuazione di un programma informativo educativo anti-tabacco, in particolare per adolescenti e giovani, aumentando le tasse sui prodotti del tabacco, ecc..

L'alcolismo è uno dei problemi di salute più acuti nella maggior parte dei paesi del mondo. Consumo di alcol pro capite nella Federazione Russa per il periodo 1990-2009 aumentato di oltre 2,5 volte e pari a 18 litri. Ciò è dovuto principalmente all'aumento del consumo di birra, la cui quota nella struttura della vendita di bevande alcoliche è salita al 76%. Secondo Rospotrebnadzor, il 33% dei giovani uomini, il 20% delle ragazze, circa il 70% degli uomini e il 47% delle donne attualmente bevono alcol ogni giorno in Russia. In Russia, oltre 40 mila persone muoiono ogni anno per avvelenamento accidentale da alcol.

In molti paesi, la mortalità per cirrosi è aumentata negli ultimi decenni e vi sono prove evidenti degli effetti del consumo di alcol sull'ipertensione. L'abuso di alcol è la principale causa di morte per incidenti e lesioni. Bere eccessivamente causa anche problemi sociali, tra cui criminalità, crudeltà, distruzione della famiglia, mancanza di istruzione, problemi sul lavoro, suicidio, ecc. I problemi associati all'alcolismo non riguardano solo i bevitori stessi, ma anche le loro famiglie, la comunità. In media, l'aspettativa di vita dei pazienti con alcolismo è ridotta di 12 anni.

Studi speciali mostrano che le perdite economiche subite a causa di problemi associati all'alcol rappresentano fino al 3,0% del prodotto nazionale lordo in Russia.

Le principali misure per combattere l'alcolismo sono aumentare le tasse sul vino e sui prodotti di vodka, vietare la pubblicità delle bevande alcoliche, organizzare un sistema di prevenzione dell'alcol tra la popolazione, in particolare tra adolescenti e giovani, espandere le opportunità di educazione fisica e sport, in particolare per bambini, adolescenti e giovani e altri (vedi anche cap. 3).

Livelli elevati di colesterolo nel sangue (ipercolesterolemia) Nel 60% dei cittadini adulti della Federazione Russa, i livelli di colesterolo sono più alti del normale, di cui il 20% ha un livello così elevato da richiedere un intervento medico. Il livello di colesterolo nel sangue dipende principalmente dalla composizione del cibo, anche se la capacità geneticamente determinata del corpo di sintetizzare il colesterolo ha anche un effetto innegabile. Di solito esiste una chiara associazione tra consumo di grassi saturi e colesterolo nel sangue. Un cambiamento nella dieta è accompagnato da un cambiamento nel colesterolo nel sangue.

Attualmente sono state accumulate numerose prove conclusive della relazione tra il colesterolo alto e il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari: nel 60% dei casi, l'ipercolesterolemia è un fattore di rischio per le malattie del sistema cardiovascolare.

Nutrizione sbilanciata L'alimentazione corretta ed equilibrata è la base per la prevenzione di molte malattie.

Secondo l'OMS, circa il 30% di tutte le malattie del sistema circolatorio è causato da malnutrizione, consumo insufficiente di frutta e verdura. Il miglioramento della struttura e della qualità della nutrizione può ridurre la mortalità per cancro di 1/3 o più.

Di particolare pericolo per la diffusione di molte malattie croniche socialmente significative è l'eccessiva alimentazione. Contribuisce alla comparsa di malattie del sistema cardiovascolare, del tratto gastrointestinale, malattie del sistema endocrino e disturbi metabolici, sistema muscoloscheletrico, neoplasie maligne, ecc. E viceversa, vi è evidenza che un aumento del consumo di verdure e fibre, nonché una diminuzione dell'assunzione di grassi contribuire alla prevenzione di alcuni tipi di cancro. Un'alimentazione eccessiva porta all'aggiunta di fattori di rischio come colesterolo alto (ipercolesterolemia) e sovrappeso.

Uno stile di vita sedentario aggrava questo problema, mentre un esercizio moderato ma regolare migliora lo stato fisico e mentale, riduce la probabilità di sviluppare malattie del sistema circolatorio, cancro al colon e diabete mellito (per maggiori dettagli vedere il capitolo 5)..

Bassa attività fisica Nei paesi economicamente sviluppati, ogni secondo adulto conduce uno stile di vita sedentario e il loro numero diventa ancora maggiore, specialmente tra le persone anziane. Attualmente, nella Federazione Russa, circa il 70% degli uomini e oltre l'80% delle donne ha un basso livello di attività fisica. Uno stile di vita sedentario porta a obesità, disturbi metabolici, che a loro volta influenzano la crescita del numero di malattie socialmente significative. L'effetto dell'attività fisica sulla frequenza e sull'esito delle malattie cardiovascolari è stato scientificamente dimostrato. L'attività fisica ha un effetto inibitorio sullo sviluppo dell'aterosclerosi. E viceversa, - una bassa attività fisica 2 volte aumenta la probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari.

Un consumo eccessivo di sale da cucina può causare ipertensione arteriosa. Attualmente, in molti paesi, le persone consumano sale in quantità significativamente superiori alle esigenze fisiologiche (oltre 6 g al giorno). Secondo l'OMS, l'assunzione di sale in eccesso 1,5 volte aumenta il rischio di ictus. Pertanto, per la prevenzione delle malattie vascolari, è necessario limitare il contenuto di sale nella dieta a 5 g al giorno, aumentando la percentuale di alimenti contenenti molto potassio (pomodori, banane, pompelmi, arance, patate, ecc.), Poiché il potassio riduce l'effetto del sale in ipertensione.

Diabete mellito La Russia è uno dei 10 paesi al mondo con il maggior numero di pazienti con diabete. Essendo una malattia grave, il diabete è a sua volta un potente fattore di rischio per le malattie cardiovascolari e altre gravi malattie che portano alla disabilità. Il diabete mellito 2-4 volte aumenta il rischio di sviluppare malattie coronariche, ictus e malattie vascolari periferiche. Un ruolo importante nello sviluppo del diabete è giocato da una predisposizione ereditaria, pertanto le persone che hanno il diabete nelle loro famiglie dovrebbero controllare regolarmente i livelli di zucchero nel sangue. Questi pazienti devono sbarazzarsi di altri fattori di rischio per malattie non trasmissibili, come sovrappeso, mancanza di esercizio fisico, che contribuiranno a un più facile decorso del diabete. Allo stesso tempo, la cessazione del fumo, la normalizzazione della pressione sanguigna e un'alimentazione equilibrata diventano particolarmente importanti. Lo sviluppo e l'attuazione di programmi di formazione per i pazienti con diabete sulla prevenzione e il trattamento di questa malattia, la creazione di scuole per i pazienti con diabete sono promettenti.

Fattori psicologici La salute mentale è un'importante risorsa medica e sociale e il potenziale della società, contribuendo al suo sviluppo armonioso e al raggiungimento di un livello ottimale di qualità della vita per le persone. Recentemente, è stato notato un ruolo crescente di fattori psicologici nello sviluppo di malattie cardiovascolari e di altro tipo. È dimostrato il ruolo di stress, affaticamento sul lavoro, sentimenti di paura, ostilità, insicurezza sociale nello sviluppo di malattie cardiovascolari. Secondo l'OMS, la depressione aumenta il rischio di morte per malattie cardiovascolari di un fattore di 1,5-3 e lo stress cronico aumenta la pressione sanguigna del 35%, la frequenza cardiaca e quindi la probabilità di un infarto..

In alcuni casi, l'esposizione a fattori di rischio porta immediatamente allo sviluppo della malattia. In questo caso, possiamo presumere che fosse questo effetto il fattore di rischio per questa malattia. Altre malattie hanno un lungo periodo di latenza tra l'azione del fattore e la manifestazione clinica della malattia. Stabilire una relazione tra loro diventa quindi problematico..

L'eliminazione o la mitigazione dell'impatto negativo dei fattori di rischio sulla salute pubblica è la base della prevenzione primaria e della formazione di uno stile di vita sano.

La legislazione della Federazione Russa stabilisce la priorità delle misure preventive per rafforzare e proteggere la salute pubblica. Tutto questo lavoro dovrebbe essere svolto nell'ambito della medicina preventiva - un'area indipendente della medicina, che comprende sanità pubblica e sanità, igiene generale, epidemiologia. Negli ultimi anni, la medicina preventiva si è riempita a causa di aree di conoscenza come la sociologia della medicina, l'ecologia umana e la medicina del lavoro. La prevenzione di fattori di rischio e malattie rimane il principio principale dell'assistenza sanitaria domestica.

Una serie di misure preventive implementate attraverso il sistema sanitario si chiama prevenzione medica. La profilassi medica in relazione alla popolazione può essere individuale, di gruppo e di popolazione (massa). La profilassi individuale è l'implementazione di misure preventive con individui, la profilassi di gruppo con gruppi di persone con fattori di rischio simili, la popolazione copre grandi gruppi della popolazione (popolazione) o la popolazione generale.

La prevenzione medica delle malattie viene effettuata utilizzando un sistema di misure sociali, sanitarie ed epidemiologiche e mediche attuato da autorità statali, autorità locali e organizzazioni mediche nell'ambito del programma di garanzia statale, che comprende il programma di base dell'assicurazione medica obbligatoria, nonché il programma per la prevenzione delle malattie infettive in conformità con calendario nazionale delle vaccinazioni e calendario delle vaccinazioni epidemiche.

Inoltre, si distinguono la prevenzione primaria, secondaria e terziaria o la riabilitazione..

Prevenzione primaria - un insieme di misure mediche e non mediche volte a prevenire la comparsa di alcune malattie e deviazioni nella salute.

La prevenzione primaria comprende una serie di misure che prevedono:

- ridurre l'influenza di fattori ambientali dannosi sul corpo umano (migliorare la qualità dell'aria atmosferica, dell'acqua potabile, del suolo, della struttura e della qualità dell'alimentazione, delle condizioni di lavoro, della vita quotidiana e del tempo libero, ridurre il livello di stress psicosociale e altri fattori che influenzano la qualità della vita);

- la formazione di uno stile di vita sano;

- prevenzione di malattie e lesioni causate professionalmente, incidenti e anche casi di morte in età lavorativa;

- immunizzazione tra vari gruppi di popolazione.

La prevenzione secondaria è un complesso di misure mediche, sociali, igienico-sanitarie, psicologiche e di altro tipo finalizzate alla diagnosi precoce delle malattie, nonché alla prevenzione delle loro esacerbazioni, complicanze e cronicità.

La prevenzione secondaria comprende:

- formazione sanitaria e igienica mirata dei pazienti e delle loro famiglie con conoscenze e competenze relative a una malattia specifica (organizzazione di scuole di salute per pazienti affetti da asma bronchiale, diabete mellito, ipertensione, ecc.);

- condurre esami medici al fine di rilevare malattie nelle prime fasi di sviluppo;

- svolgimento di corsi di trattamento preventivo (anti-recidiva).

La prevenzione o la riabilitazione terziaria è un complesso di misure mediche, psicologiche, pedagogiche e sociali volte a ripristinare (o compensare) le funzioni fisiologiche, sociali del corpo disturbate, la qualità della vita e la capacità di lavorare di persone malate e disabili. Ciò si ottiene sviluppando una rete di centri per la medicina riparativa e la riabilitazione, nonché strutture termali.

Uno dei componenti più importanti della prevenzione primaria è la formazione di uno stile di vita sano, che includa condizioni di vita favorevoli, il livello di cultura e abilità igieniche che ti consentono di mantenere e rafforzare la salute.

La formazione di uno stile di vita sano per i cittadini a partire dall'infanzia è fornita da enti statali, autorità locali e organizzazioni mediche attraverso misure volte a informare i cittadini sui fattori di rischio per la loro salute, creando motivazione per uno stile di vita sano e creando le condizioni per uno stile di vita sano.

Un ruolo importante nella formazione di uno stile di vita sano appartiene alla sua propaganda, il cui scopo è la formazione di un comportamento igienico della popolazione basato su standard igienico-sanitari scientificamente fondati volti a mantenere e rafforzare la salute, garantire un elevato livello di capacità lavorativa e raggiungere una longevità attiva.

Le direzioni più importanti nella formazione di uno stile di vita sano sono:

- propaganda di fattori che contribuiscono al mantenimento della salute: igiene personale, salute sul lavoro, ricreazione, alimentazione, educazione fisica, igiene sessuale, attività medica e sociale, salute ambientale, ecc.;

- promozione di misure per prevenire i fattori che incidono negativamente sulla salute: assunzione eccessiva di cibo con attività fisica insufficiente, abuso di alcol, uso di droghe, fumo, rispetto di determinati riti e abitudini etnici, ecc..

Vari metodi sono usati per promuovere uno stile di vita sano (Fig. 6.2).

Figura. 6.2 Forme di propaganda di uno stile di vita sano

|prossima lezione ==>
Correnti isentropiche piatte. La corrente di Prandl e Mayer|ORGANIZZARE UN SERVIZIO DI FORMAZIONE DI STILE DI VITA SANO

Data di inserimento: 14-04-2016; Visualizzazioni: 7308; ORDINA LA SCRITTURA DEL LAVORO