Le principali cause di aterosclerosi coronarica, diagnosi e trattamento

L'aterosclerosi delle arterie coronarie è una patologia cronica che porta allo sviluppo di placche lipidiche sull'endotelio vascolare. La malattia progredisce gradualmente, causando danni ischemici al cuore a causa del restringimento del lume delle navi o del suo completo blocco..

In assenza di terapia, i cambiamenti aterosclerotici provocano insufficienza vascolare, che può portare alla morte del paziente. Pertanto, dovrebbe essere considerato in modo più dettagliato quale sia l'arteriosclerosi coronarica, le sue cause, i sintomi e i metodi di trattamento..

Descrizione della malattia

Cos'è l'aterosclerosi coronarica? Questa è una patologia cronica, che porta a una graduale compattazione e restringimento delle arterie coronarie a causa dello sviluppo di placche sull'endotelio vascolare. La malattia si sviluppa per diversi decenni..

Di solito, i primi segni di lesioni vascolari aterosclerotiche compaiono in giovane età, ma la malattia inizia a progredire nelle persone di mezza età. I primi sintomi dell'aterosclerosi coronarica di solito compaiono dopo 45-55 anni.

Lo sviluppo di placche aterosclerotiche si verifica sullo sfondo dell'accumulo di lipoproteine ​​a bassa densità che contengono colesterolo.

Le neoplasie patologiche crescono gradualmente, iniziano a gonfiarsi nel lume dell'arteria coronaria. Ciò porta ad un flusso sanguigno alterato fino al suo completo arresto. Il restringimento del lume delle arterie provoca la fame di ossigeno del muscolo cardiaco, una violazione della sua funzione, lo sviluppo di un danno ischemico.

L'aterosclerosi delle arterie coronarie ha le seguenti fasi:

  1. Nelle fasi iniziali della patologia, si nota un rallentamento del flusso sanguigno, la comparsa di microcricche sull'endotelio vascolare. Tali cambiamenti portano a una deposizione graduale di lipidi sull'intima delle arterie, quindi si sviluppa una macchia grassa. L'indebolimento dei meccanismi di difesa provoca un aumento della proliferazione della parete vascolare, la crescita di neoplasie, la loro fusione in strisce lipidiche.
  2. Nel secondo stadio, si nota un aumento delle masse di grasso. Di conseguenza, si verificano placche aterosclerotiche sull'intima delle arterie coronarie. In questa fase, è possibile lo sviluppo di coaguli di sangue, che sono in grado di staccarsi e chiudere il lume dell'arteria.
  3. Nell'ultima fase, si osserva la compattazione della placca a causa della deposizione di sali di calcio. Ciò provoca un restringimento del lume dell'arteria, la sua deformazione.

Le principali cause dell'aterosclerosi

L'aterosclerosi dei vasi coronarici del cuore è in grado di svilupparsi sotto l'influenza di cause esogene ed endogene. I medici distinguono circa 200 diversi fattori provocatori che aumentano il rischio di sviluppare patologie.

Tuttavia, i più comuni sono i seguenti motivi:

  • Aumentare il livello di colesterolo "cattivo" nel flusso sanguigno. Questa sostanza è il componente principale delle placche aterosclerotiche, pertanto, con un'alta concentrazione, può depositarsi sulle pareti dei vasi sanguigni;
  • Smoking. Una cattiva abitudine provoca la sintesi di ossido nitrico, che interrompe il flusso sanguigno, accelera lo sviluppo dell'aterosclerosi delle arterie coronarie;
  • Ipertensione arteriosa;
  • Mancanza di esercizio. Uno stile di vita sedentario porta a un rallentamento del metabolismo, alterazione del metabolismo di grassi e proteine;
  • Abuso di cibi ricchi di grassi saturi;
  • Predisposizione ereditaria;
  • Genere Le donne in età riproduttiva raramente sviluppano arteriosclerosi coronarica. Ciò è dovuto alla sintesi di estrogeni, che protegge le arterie. Tuttavia, dopo la menopausa, le donne hanno un rischio significativamente maggiore di sviluppare la malattia;
  • Età. Soggetto allo sviluppo dell'aterosclerosi sono le persone di età superiore ai 35 anni;
  • Obesità. I pazienti in sovrappeso hanno 3 volte più probabilità di manifestare una malattia vascolare aterosclerotica;
  • Alcolismo. L'abuso di bevande alcoliche porta a un flusso sanguigno alterato, provoca lo sviluppo di aterosclerosi;
  • Diabete. La malattia porta a disturbi metabolici nel corpo, quindi aumenta significativamente il rischio di aterosclerosi coronarica.

Il quadro clinico della malattia

Nelle prime fasi, l'aterosclerosi delle arterie coronarie del cuore procede in forma latente. Di solito i primi segni della malattia sono notati da persone di mezza età.

Pertanto, i medici raccomandano un esame annuale a tutte le persone che hanno superato i 35 anni. Tuttavia, il fumo, l'ipertensione, l'ipercolesterolemia possono portare a uno sviluppo precoce dei sintomi dell'aterosclerosi dell'arteria coronarica..

I primi sintomi della malattia includono i seguenti sintomi:

  • Dolore nella zona del torace che si irradia alla schiena o alla spalla sinistra;
  • La comparsa di mancanza di respiro all'inizio della sindrome del dolore. A volte i pazienti non sono in grado di trovarsi in posizione orizzontale a causa di insufficienza respiratoria;
  • Vertigini;
  • Nausea e vomito.

Con un'ulteriore progressione dell'aterosclerosi coronarica, i sintomi causano quanto segue:

  • Angina pectoris. La condizione è caratterizzata da raro dolore dietro lo sterno, che si sviluppa dopo un intenso sforzo fisico o un sovraccarico emotivo;
  • cardiosclerosis L'ischemia miocardica acuta porta alla formazione di siti di fibrosi in tutto il muscolo cardiaco. La condizione provoca una violazione della funzione contrattile del cuore;
  • Aritmia. La patologia si sviluppa a causa di danni al miocardio, compromissione della conduzione degli impulsi;
  • Attacco di cuore. Se una placca di colesterolo si rompe, allora si verifica un coagulo di sangue sulla sua superficie. Questo coagulo interferisce con il normale flusso sanguigno, provoca lo sviluppo della necrosi cardiomiocitaria. In genere, gli attacchi di cuore si sviluppano dalle 4 alle 10 del mattino, quando l'adrenalina aumenta nel flusso sanguigno. Circa il 50% riferisce l'insorgenza di sintomi precursori.

Misure diagnostiche

È possibile sospettare lo sviluppo di lesioni aterosclerotiche dei vasi coronarici durante un elettrocardiogramma, su cui vengono determinati i segni di ischemia del muscolo cardiaco.

Per confermare l'aterosclerosi delle arterie coronarie del cuore, vengono effettuati i seguenti studi:

  1. Scintigrafia di stress. Il metodo consente di stabilire la localizzazione delle neoplasie lipidiche sull'intima dei vasi sanguigni, la loro gravità;
  2. Ultrasuoni intravascolari e ultrasuoni Doppler. Consentono di identificare i cambiamenti nella struttura dei vasi sanguigni: spessore delle pareti, dimensioni della camera, presenza di reparti con ridotta contrattilità, per valutare l'emodinamica e la morfologia delle valvole;
  3. coronarografia È un esame radiografico del cuore con contrasto. Il metodo aiuta a determinare la posizione e la lunghezza delle navi interessate, il grado di restringimento dell'arteria;
  4. Stress ECHO. La tecnica consente di determinare i disturbi transitori della contrattilità del cuore in aree con flusso sanguigno alterato.

Caratteristiche della terapia conservativa

La tattica del trattamento dell'aterosclerosi dei vasi coronarici del cuore è determinata dallo stadio della malattia. Con una diagnosi tempestiva della patologia, la terapia comporta un cambiamento nello stile di vita:

  • Rifiuto di cattive abitudini;
  • Normalizzazione della nutrizione. Raccomandano di ridurre drasticamente il consumo di grassi animali, abbandonare cibi fritti, dolci. Frutta e verdura fresche, cereali, latticini dovrebbero essere introdotti nella dieta;
  • Regolare attività fisica moderata raccomandata da un cardiologo. Ciò contribuirà a normalizzare i processi metabolici;
  • Normalizzazione del peso.

Nelle fasi iniziali della malattia, il trattamento conservativo aiuterà ad eliminare i sintomi e rallentare i cambiamenti patologici nei vasi. I farmaci preferiti sono le statine, che abbassano efficacemente il colesterolo nel sangue inibendo la sintesi dei composti lipidici da parte degli epatociti.

Il trattamento dell'arteriosclerosi coronarica prevede l'uso di farmaci che riducono il fabbisogno di ossigeno del muscolo cardiaco.

Questo aiuta a proteggere il cuore, a ridurre la gravità dell'ischemia. A tale scopo, sono ampiamente utilizzati farmaci dei seguenti gruppi: beta-bloccanti, ACE-inibitori, calcio-antagonisti, agenti antipiastrinici.

Trattamento chirurgico

In casi avanzati, il trattamento dell'aterosclerosi comporta un intervento chirurgico. Sono ampiamente utilizzati i seguenti metodi:

  • Bypass con innesto dell'arteria coronaria. Implica la creazione di una soluzione alternativa per il flusso sanguigno, bypassando l'area interessata;
  • Angioplastica con palloncino. Si basa sull'introduzione di un catetere speciale all'interno dell'arteria femorale con conseguente riepilogo dell'area problematica. Quindi il palloncino viene gonfiato, il che consente di espandere il lume dell'arteria;
  • Stent coronarico. La tecnica prevede l'introduzione di uno stent nella nave interessata, che ha una struttura rigida.
  • La diagnosi tempestiva consente di correggere i cambiamenti aterosclerotici nelle navi e salvare la vita del paziente.

Possibili complicanze e prognosi

L'aterosclerosi dei vasi coronarici può portare allo sviluppo di insufficienza vascolare acuta o cronica. La forma cronica di patologia comporta un graduale restringimento della nave. Di conseguenza, si verificano danni miocardici atrofici e ipossici, può svilupparsi ischemia..

In caso di insufficienza acuta, si sviluppano attacchi di cuore. Questa complicazione può essere fatale se si verifica la rottura dell'aneurisma. Il danno vascolare aterosclerotico può contribuire allo sviluppo di arteriopatia periferica, ictus, attacchi transitori ischemici.

La prognosi dell'aterosclerosi coronarica è determinata da quanto chiaramente il paziente rispetti le raccomandazioni del cardiologo, segua una dieta e uno stile di vita sano. Ciò consente di limitare l'ulteriore progressione della patologia, per mantenere una buona salute. Se il paziente ha formato focolai di necrosi, compromissione acuta del flusso sanguigno, la prognosi non è favorevole.

L'aterosclerosi delle arterie coronarie è una patologia vascolare cronica. La malattia porta alla malnutrizione del miocardio, quindi può causare lo sviluppo di gravi complicanze.

Sindrome coronarica acuta: il concetto di come si sviluppa, la clinica e il decorso, la diagnosi, il trattamento

La sindrome coronarica acuta (ACS) è una condizione grave causata da una ridotta circolazione coronarica e ischemia miocardica. Quando l'afflusso di sangue al muscolo cardiaco viene completamente interrotto, insorge l'ipossia, che è la causa diretta di infarto del miocardio e morte. Questo processo patologico mortale nella gente comune è chiamato una condizione pre-infarto o infarto. L'ACS è un concetto generalizzato che include un numero di processi che sono uguali in origine e simili nel corso, ma differiscono per prognosi e probabilità di guarigione.

Le malattie del sistema cardiovascolare, che si basano sulla sindrome da insufficienza coronarica, sono indicate con il termine ACS. Quindi i medici chiamano malattie cardiache in cui peggiora il suo afflusso di sangue: infarto del miocardio e angina instabile. Questi disturbi hanno manifestazioni iniziali simili, meccanismi fisiopatologici e alcuni principi di trattamento. Ecco perché il concetto di "sindrome coronarica acuta" è stato introdotto nella pratica medica. Viene utilizzato quando si effettua una diagnosi preliminare, quando tutte le caratteristiche del processo patologico del paziente non sono completamente comprese..

La sindrome coronarica acuta ha un codice ICD-10 di 124,9 e il nome di "malattia coronarica acuta, non specificata". Le cause della patologia sono più spesso: trombosi e tromboembolia causate da una lacrima aterosclerotica della placca o da un'erosione endoteliale dell'arteria coronaria. Esiste una forma speciale della sindrome, che è di origine allergica. È associato all'eccessiva produzione di mediatori infiammatori dei mastociti. I sintomi della sindrome sono: mancanza di respiro, disturbi del ritmo cardiaco, dolore toracico pressante che si manifesta a riposo o con leggero sforzo fisico. Il segno più pericoloso di ACS è l'arresto cardiaco improvviso. Tale diagnosi viene solitamente effettuata nell'unità di terapia intensiva..

La malattia coronarica si manifesta con periodi pronunciati di esacerbazione e remissione. La IHD si aggrava sotto l'influenza di fattori provocatori. Allo stesso tempo, si sviluppa la sua forma lieve - angina pectoris instabile o forma grave - infarto miocardico. Nel primo caso, l'ischemia acuta del muscolo cardiaco non porta alla necrosi. A causa del restringimento o del blocco delle arterie coronarie, si verificano cambiamenti trofici, che si sviluppano gradualmente, lentamente, gradualmente. Dopo l'esposizione al fattore di innesco, si verifica un attacco ACS. Con infarto del miocardio, si verifica la morte cellulare irreversibile. Questa patologia è molto più pericolosa: è accompagnata da un forte dolore toracico, difficoltà respiratorie e coscienza, una morte simile a valanga di cardiomiociti. La distruzione di aree significative si manifesta con i sintomi più pronunciati. Con l'angina pectoris, non ci sono segni ECG di necrosi miocardica e marcatori biochimici specifici nel sangue. Possibile transizione da una forma clinica di malattia coronarica a un'altra.

La clinica caratteristica della sindrome consente di fare rapidamente una diagnosi e aiutare il paziente. Per salvargli la vita, dovresti conoscere l'algoritmo per le cure mediche di emergenza ed essere in grado di completare tutte le misure necessarie prima dell'arrivo di specialisti qualificati. Il trattamento di emergenza dell'ACS aiuterà a evitare lo sviluppo di gravi complicanze e morte. È efficace solo con una diagnosi precoce. Le misure terapeutiche generali prescritte ai pazienti dipendono dalle manifestazioni cliniche, dalla gravità dei cambiamenti patologici e dal benessere generale del paziente.

Attualmente, la sindrome coronarica acuta è un problema medico urgente. Ciò è dovuto all'elevata frequenza del suo verificarsi e alla necessità di misure preventive. Lo sviluppo e l'implementazione di una nuova strategia medica consente di salvare vite umane per i pazienti con SCA.

Eziologia

Vari fattori provocatori e processi patologici portano allo sviluppo della sindrome coronarica acuta.

L'aterosclerosi delle arterie coronarie è la causa principale della malattia. Le sostanze grasse che formano la placca restringono i vasi sanguigni e ostruiscono il flusso di sangue attraverso un'area ristretta. Il cuore smette di pompare completamente sangue ricco di ossigeno. Ciò porta al dolore toracico e all'attacco cardiaco. Nelle prime fasi del processo, le strutture lipidiche sono altamente solubili. Man mano che la patologia si sviluppa, calcificano e diventano duri come una pietra. Puoi sbarazzarti di tali formazioni solo chirurgicamente.

Quando la superficie della placca aterosclerotica si rompe, si forma un trombo nel sito del danno, il lume della nave si restringe e la sua pervietà è compromessa. Questi elementi morfologici della malattia riducono il flusso sanguigno coronarico e interrompono l'afflusso di sangue al miocardio. Il sangue smette di circolare normalmente, l'intensità del cuore aumenta per compensare la resistenza. Nei pazienti, la pressione aumenta e l'impulso aumenta. Se il flusso sanguigno si interrompe completamente a causa di una placca o di un coagulo di sangue che blocca il lume vascolare, si sviluppa un processo irreversibile - infarto del miocardio, disfunzione vascolare generalizzata.

Attualmente non esiste una singola teoria sull'origine della sindrome coronarica acuta. Utilizzando dati statistici e sperimentali, gli scienziati sono stati in grado di identificare i principali fattori che spesso portano allo sviluppo di malattie coronariche.

Fattori che innescano il processo aterosclerotico e predispongono allo sviluppo della sindrome:

  • Effetti stressanti, sovraccarico psicoemotivo, shock nervoso,
  • Spasmo persistente di vasi sanguigni di varia origine,
  • Complicanze postoperatorie,
  • Embolia dell'arteria coronaria,
  • Infiammazione della parete vascolare,
  • Malformazioni congenite delle strutture cardiache,
  • Sovrappeso,
  • fumo,
  • Uso di droga,
  • Mancanza di attività fisica,
  • Squilibrio nei grassi del sangue,
  • Alcolismo,
  • Predisposizione genetica alle malattie cardiovascolari,
  • Aumento della coagulazione del sangue,
  • Ipertensione,
  • Diabete,
  • Vasculite autoimmune o infettiva,
  • Ipotermia generale,
  • Alcuni farmaci,
  • Età superiore ai 55 anni.

Esistono fattori provocatori secondari che portano allo sviluppo di SCA e non associati all'ischemia del muscolo cardiaco. Queste sono cause non aterosclerotiche della malattia che possono causare infarto del miocardio. Questi includono:

  1. Lesione traumatica,
  2. Insolazione prolungata,
  3. Ipertiroidismo,
  4. arterite.

patogenesi

L'ACS è una condizione mortale che richiede cure mediche di emergenza e rianimazione di emergenza. La malattia, causata da una lesione primaria delle arterie coronarie o dal loro cambiamento secondario, procede in varie forme cliniche con caratteristiche diagnostiche e terapeutiche simili. Il minimo ritardo o un'azione impropria di pronto soccorso può essere fatale..

Collegamenti patogenetici dell'ACS:

  • L'impatto di fattori eziologici,
  • Trombosi coronaria,
  • Isolamento dalle piastrine di sostanze biologicamente attive: trombossano, istamina,
  • Spasmo arterioso,
  • Una caduta nel flusso sanguigno nel cuore,
  • Deterioramento miocardico,
  • Accumulo di tossine che inibiscono la contrattilità,
  • Iperproduzione di adrenalina e ioni di calcio,
  • Restringimento persistente delle navi coronarie,
  • Blocco anticoagulante,
  • Il rilascio nel sangue di enzimi che distruggono le cellule nella zona di necrosi,
  • Formazione di cicatrici nel muscolo cardiaco,
  • Compromissione della funzione contrattile del cuore,
  • Incapacità delle camere cardiache di funzionare adeguatamente,
  • Calo della saturazione di ossigeno,
  • Debole nutrizione del cervello, organi e sistemi distanti.

Il grado di sovrapposizione dei vasi sanguigni del cuore con una placca o un trombo determina in gran parte il meccanismo dello sviluppo della sindrome:

  1. Restringimento parziale del lume - attacchi periodici di angina pectoris,
  2. Occlusione completa: comparsa di fuochi distrofici nel miocardio, che si trasforma rapidamente in necrosi,
  3. Cambiamenti ischemici improvvisi - fibrillazione ventricolare e morte.

L'essenza della patologia, indipendentemente dal tipo e dalla forma del processo, è una violazione della nutrizione del muscolo cardiaco a causa della stenosi o dell'ostruzione delle arterie coronarie. Il motivo principale che scatena una complessa cascata di reazioni patogenetiche è l'aterosclerosi, i difetti congeniti o acquisiti. La sindrome coronarica acuta nel tempo può portare alla morte del paziente. Il recupero richiede un'azione urgente.

Sintomatologia

Il dolore toracico o la cardialgia è il principale segno clinico dell'ACS. Questo sintomo si manifesta per primo, è parossistico e si irradia alla spalla o al braccio. Con l'angina pectoris, il dolore è restrittivo, bruciore, pressante, corto e con un attacco di cuore è intenso, impunture e taglienti, che portano a shock del dolore e richiedono un ricovero immediato. Il dolore è così pronunciato che non consente di muoversi e respirare normalmente. Le persone con ACS non possono trovare una posizione comoda, correre e avere paura di morire.

Il mal di gola è spesso associato a una precedente tensione fisica o emotiva. Con un infarto, dura più di un'ora e porta grande sofferenza al paziente. Con l'angina pectoris, l'attacco dura dieci minuti e si ripete periodicamente. Il dolore non viene praticamente fermato dalla nitroglicerina. Per rimuoverlo, utilizzare analgesici narcotici..

Sintomi che accompagnano il dolore toracico e non sono obbligatori:

  • Dolce freddo,
  • Fluttuazioni della pressione sanguigna,
  • Euforia e sovraeccitazione motoria,
  • Ansia e ansia,
  • Stupore,
  • Panico e paura,
  • Svenimento o sincope,
  • Pallore della pelle,
  • Cianosi del triangolo nasolabiale,
  • Mancanza di respiro, soffocamento,
  • Tosse,
  • Nausea e vomito,
  • Bruciore di stomaco,
  • Dolore addominale,
  • Vertigini,
  • Debolezza senza causa.

I momenti presentati sono la base della sindrome coronarica. Le manifestazioni della malattia potrebbero non essere le stesse in tutte le persone. La loro combinazione consente a professionisti esperti di effettuare rapidamente e correttamente una diagnosi preliminare. I sintomi possono variare a seconda del sesso e dell'età del paziente, del grado di disturbi circolatori e delle caratteristiche individuali del corpo, nonché della presenza di malattie concomitanti. Un quadro clinico simile dovrebbe allertare il paziente e fargli consultare un medico. I sintomi dell'ACS dovrebbero essere presi molto sul serio, poiché questa condizione è pericolosa per la vita..

Stabilire la diagnosi

Vengono esaminati i pazienti con sospetta ACS, vengono analizzati i loro reclami, vengono eseguiti l'auscultazione e le percussioni del cuore, vengono misurati la pressione sanguigna e il polso..

L'esame elettrocardiografico è il principale metodo diagnostico dell'ACS. Un elettrocardiogramma dovrebbe essere fatto il più presto possibile dopo la comparsa della cardialgia. Questa tecnica è una registrazione dell'attività elettrica del cuore usando elettrodi attaccati alla pelle. Innanzitutto, gli impulsi elettrici sotto forma di denti vengono visualizzati sul monitor e quindi stampati su carta. Con danni al miocardio, la sua funzione conduttiva è compromessa. L'ECG mostra in quale forma si verifica l'ACS: angina pectoris o infarto.

Non appena le condizioni del paziente diventano soddisfacenti, è possibile procedere al programma diagnostico completo, tra cui:

  1. Monitoraggio Holter 24 ore su 24: misurazione della pressione arteriosa e della frequenza cardiaca per 24 ore.
  2. Esame del sangue generale, sangue per gli ormoni - un esame generale del corpo.
  3. Esame clinico delle urine - determinazione dello stato funzionale dei reni.
  4. LHC - rilevamento di colesterolo, glucosio e enzimi che, con lo sviluppo di infarto del miocardio, lasciano i cardiomiociti danneggiati nel sangue.
  5. Coagulogramma: valutazione dello stato funzionale del sistema di coagulazione del sangue.
  6. L'ecocardiografia è un'ecografia del cuore in grado di rilevare lesioni. Le onde ultrasoniche vengono dirette dal sensore del dispositivo al cuore e quindi ritornano. I segnali ricevuti vengono elaborati da un computer e sullo schermo monitor viene formata un'immagine video.
  7. Esame a raggi X degli organi della cavità toracica - determinazione delle dimensioni e della forma del cuore e dei grandi vasi sanguigni.
  8. L'angiografia coronarica è uno studio invasivo che identifica la posizione e l'estensione del restringimento o dell'occlusione delle arterie coronarie. Un lungo catetere viene inserito nei vasi del cuore attraverso le grandi arterie delle braccia o delle gambe. Il letto vascolare è riempito con un mezzo di contrasto liquido e vengono scattate una serie di fotografie a raggi X, in cui le zone di restringimento sono chiaramente visibili. Durante la procedura, attraverso un catetere, il medico può eliminare il restringimento con minuscole cartucce. Vengono iniettati nella nave interessata e gonfiati. Allo stesso tempo, il restringimento si espande e l'occlusione viene eliminata. Per prevenire il re-spasmo, nell'arteria è installato uno stent: un telaio a tubo di maglia.
  9. Scintigrafia - rilevazione di disturbi del flusso sanguigno coronarico. Le sostanze radioattive vengono introdotte nel flusso sanguigno e speciali camere ne tracciano la cattura da parte del miocardio. Quindi, dove il flusso sanguigno è ostruito, passa meno materiale radioattivo. Nell'immagine risultante, tali zone sembrano punti scuri..
  10. La tomografia computerizzata con contrasto viene eseguita in casi diagnostici complessi quando altri metodi non sono in grado di determinare la causa del dolore anginale. Prima dell'esame, al paziente viene iniettato un mezzo di contrasto, quindi uno scanner CT acquisisce una serie di immagini da cui il computer forma un'immagine tridimensionale del cuore. La TC consente ai medici di valutare le condizioni delle arterie e rilevare costrizioni o blocchi in esse.
  11. L'ergometria della bicicletta è uno stress test che viene eseguito dopo aver rimosso i segni acuti della patologia cardiaca. Questa tecnica consente di determinare la risposta del cuore e dei vasi sanguigni allo stress fisico..
  12. Pulsossimetria - determinazione del livello di ossigeno nel sangue.

Tutte le misure diagnostiche vengono eseguite sotto la costante supervisione di un cardiologo. Se le condizioni del paziente sono gravi, non viene esaminato in modo completo, ma è limitato solo dai dati dell'esame visivo, dagli indicatori di pulsazioni e di pressione e dai risultati dell'ECG. Dopo la stabilizzazione del benessere del paziente, procedono alle misure diagnostiche.

Procedure di guarigione

La sindrome coronarica acuta è una grave condizione patologica che richiede la fornitura di cure mediche di emergenza volte a stabilizzare le condizioni del paziente, preservare la vita e prevenire l'ulteriore progressione dell'ischemia e della necrosi miocardica.

Prima che arrivi l'ambulanza, il paziente deve misurare la pressione sanguigna e il polso, aprire una finestra per l'aria fresca, sedersi e dare "Nitroglicerina". Attualmente, ci sono rimedi ad azione rapida per alleviare il dolore anginale - spray "Nitromint", "Nitrosorbide". Basta un'iniezione sotto la lingua per dare sollievo. Il paziente viene monitorato, esclusi tutti i possibili fattori di rischio.

Il trattamento ospedaliero è considerato radicale. È selezionato individualmente, a seconda della gravità della patologia. Ai pazienti viene prescritto un rigoroso riposo a letto, l'inalazione di ossigeno e farmaci. Di grande importanza è la terapia dietetica. I pazienti devono rifiutare prodotti di origine animale, cibi grassi, piccanti e salati.

Lo schema di trattamento medico di un paziente con SCA:

  • Antidolorifici narcotici o non narcotici - "Morfina", "Fentanil", "Promedol",
  • Beta-bloccanti - Atenololo, Propranololo, Metoprololo,
  • Antagonisti del calcio - "Nifedipine", "Amlodipine", "Verapamil",
  • Nitrati - Nitroglicerina, Erinit, Nitromint,
  • Disaggregants - Plavix, Aspirin-Cardio, Cardiomagnyl,
  • Statine - Atoris, Simvastatin, Cardiostatin,
  • Fibrinolitici - "Urokinase", "Fibrinolysin",
  • Cardioprotettori - Mildronate, Riboxin, Preductal.

In assenza dell'effetto della terapia conservativa, i pazienti sottoposti a chirurgia:

  1. Stenting dell'arteria coronaria: espandere il lume della nave usando un palloncino e installare uno stent in una nave ristretta,
  2. Innesto di bypass dell'arteria coronaria - sostituzione delle aree interessate dei vasi sanguigni con shunt speciali, creando una via alternativa per il flusso sanguigno bypassando le arterie patologicamente alterate, ripristinando la circolazione coronarica.

Esistono ricette per la medicina tradizionale che migliorano il muscolo trofico cardiaco. Questi includono: decotti di ortica o bluehead, infuso di centaury o chicchi di avena.

Gli specialisti forniscono ai pazienti raccomandazioni cliniche che consentono al corpo di recuperare più velocemente dopo una malattia e prevenire una ricaduta della sindrome:

  • Elimina la tensione eccessiva psico-emotiva,
  • Limitare l'attività fisica,
  • Passeggiata giornaliera all'aria aperta,
  • Mangia correttamente,
  • Non bere o fumare.,
  • Vivi una vita sana,
  • Normalizza il peso corporeo,
  • Monitorare la pressione sanguigna, colesterolo e zucchero nel sangue.

previsione

La prognosi dell'ACS è mista. Dipende dagli effetti di fattori provocatori, dalle condizioni generali del corpo, dall'età, dalle malattie concomitanti esistenti e dai disturbi strutturali e funzionali del sistema cardiovascolare.

  1. La prognosi per l'angina instabile è determinata dalla posizione della lesione: il restringimento delle arterie prossimali termina letalmente e quelle distali sono più favorevoli. Con lo sviluppo dell'insufficienza ventricolare sinistra, la prognosi è complicata.
  2. L'infarto del miocardio con elevazione del segmento ST ha un decorso benigno. In assenza di questo segno ECG, l'area della lesione è importante: più è grande, peggiore è la condizione del paziente.

La sindrome coronarica acuta è una patologia pericolosa che può portare a gravi complicazioni in caso di inosservanza delle prescrizioni mediche: aritmie, disfunzione cardiaca persistente, pericardite, rottura dell'aorta ingrossata, arresto cardiaco, ictus, shock cardiogeno, morte. Anche con un trattamento tempestivo e adeguato, rimane un alto rischio di complicanze. Per evitare ciò, è necessario monitorare la propria salute, visitare regolarmente un cardiologo e seguire rigorosamente tutti i suoi consigli.

La struttura e le caratteristiche delle arterie coronarie

Le arterie coronarie sono vasi che forniscono al muscolo cardiaco la nutrizione necessaria. Le patologie di queste navi sono molto comuni. Sono considerate una delle principali cause di mortalità negli anziani..

Caratteristiche

Lo schema delle arterie coronarie del cuore è ramificato. La rete comprende grandi filiali e un numero enorme di piccole navi.

I rami arteriosi iniziano dai bulbi aortici e si piegano attorno al cuore, fornendo alle diverse parti del cuore un flusso sanguigno sufficiente.

I vasi sono costituiti da endotelio, strato fibroso muscolare, avventizia. A causa della presenza di un tale numero di strati, le arterie sono caratterizzate da elevata resistenza ed elasticità. Ciò consente al sangue di muoversi normalmente attraverso i vasi anche se il carico sul cuore è aumentato. Ad esempio, durante l'allenamento, quando il sangue degli atleti si muove cinque volte più velocemente.

Tipi di arterie coronarie

L'intera rete arteriosa è composta da:

L'ultimo gruppo include tali arterie coronarie:

  1. Destra. È responsabile del flusso di sangue nella cavità del ventricolo destro e del setto.
  2. La sinistra. Con il suo sangue arriva in tutti i dipartimenti. È diviso in più parti.
  3. Ramo di busta. Si allontana dal lato sinistro e fornisce nutrimento al setto tra i ventricoli.
  4. Anteriore verso il basso. Grazie ad esso, i nutrienti entrano in diverse parti del muscolo cardiaco.
  5. subendocardico Passano in profondità nel miocardio e non sulla sua superficie..

Le prime quattro specie si trovano in cima al cuore..

Tipi di flusso sanguigno al cuore

Esistono diverse opzioni per il flusso sanguigno al cuore:

  1. Destra. Questa è la specie dominante se questo ramo si allontana dall'arteria destra..
  2. La sinistra. Questo metodo di nutrizione è possibile se il ramo del vaso dell'involucro è l'arteria posteriore.
  3. Equilibrato. Questo tipo viene isolato se il sangue proviene simultaneamente dalle arterie sinistra e destra..

Molte persone hanno il giusto tipo di flusso sanguigno..

Possibili patologie

Le arterie coronarie sono vasi che forniscono all'organo vitale abbastanza ossigeno e sostanze nutritive. Le patologie di questo sistema sono considerate una delle più pericolose, poiché portano gradualmente a malattie più gravi..

Angina pectoris

La malattia è caratterizzata da attacchi di asma con forte dolore toracico. Questa condizione si sviluppa quando i vasi sanguigni sono affetti da aterosclerosi e non entra abbastanza sangue nel cuore..

Dolore associato alla carenza di ossigeno del muscolo cardiaco. Lo stress fisico e mentale, lo stress e l'eccesso di cibo esacerbano i sintomi.

Infarto miocardico

Questo è un problema pericoloso in cui muoiono alcune aree del cuore. La condizione si sviluppa quando il flusso di sangue si ferma completamente. Questo di solito accade se le arterie coronarie del cuore sono ostruite da un coagulo di sangue. La patologia ha manifestazioni vivide:

  • forte dolore si verifica nel torace, diffondendosi ad altre parti del corpo;
  • la respirazione diventa pesante e rigida;
  • i muscoli si sentono deboli, la sudorazione aumenta;
  • pressione notevolmente ridotta;
  • attacchi di nausea con vomito;
  • c'è una forte paura e panico.

L'area che era soggetta alla necrosi non può più restringersi, ma il resto del cuore funziona come prima. Per questo motivo, l'area danneggiata potrebbe esplodere. La mancanza di assistenza medica porterà alla morte del paziente.

Il ritmo è rotto

Se si verifica uno spasmo nell'arteria o nella conduzione dei vasi coronarici, è difficile condurre un impulso, il cuore si contrae nel ritmo sbagliato.

  • il cuore sembra congelarsi o saltare;
  • vertigini, si scurisce negli occhi;
  • la respirazione diventa pesante;
  • la stanchezza è costantemente sentita;
  • dolori al petto che possono durare un po '.

Il disturbo del ritmo può verificarsi con molti altri problemi..

Insufficienza cardiaca

L'anatomia delle arterie coronarie mostra che queste navi hanno un effetto importante sull'organo. Con processi patologici in essi, il normale flusso sanguigno al cuore è impossibile, che è accompagnato da una massa di conseguenze pericolose.

Si dice che l'insufficienza cardiaca è quando il corpo non riesce a pompare il sangue, il che peggiora il lavoro di tutto il corpo.

La patologia può essere associata ad aritmie, infarto, indebolimento miocardico..

Una forma acuta di patologia si sviluppa quando le sostanze tossiche entrano nel corpo dopo lesioni o altre malattie..

In questa condizione, è importante trattare urgentemente. Ha manifestazioni caratteristiche:

  • il ritmo delle contrazioni è rotto;
  • difficoltà a respirare e tossire;
  • si scurisce negli occhi;
  • vene gonfie sul collo;
  • gambe gonfie e dolenti;
  • la coscienza è disturbata;
  • gravi preoccupazioni per la debolezza.

Questo accumula liquido nelle cavità e aumenta il fegato.

Insufficienza coronarica

La variante più comune dei disturbi ischemici è considerata insufficienza coronarica. Tale diagnosi viene fatta se il sistema circolatorio non è in grado di fornire sangue ai vasi coronarici..

Questa condizione influisce negativamente sul benessere di una persona:

  • forte dolore al petto a sinistra;
  • l'urina viene secreta intensamente e acquisisce un colore trasparente;
  • la pelle diventa pallida;
  • il funzionamento dei polmoni è difficile;
  • aumento della salivazione;
  • esorto a vomitare.

La forma acuta è accompagnata da improvvisa ipossia dovuta a spasmo arterioso. La forma cronica è associata a un gran numero di placche aterosclerotiche.

Ponte miocardico

Questa patologia contribuisce allo sviluppo della malattia coronarica. Il ponte muscolare nelle arterie coronarie è un'anomalia congenita. In questo caso, le navi non si trovano in cima al cuore, ma come se si immergessero in esso ed emergessero. Questo problema non influisce negativamente sul flusso sanguigno, ma a volte può essere accompagnato da attacchi di angina..

Cause di lesioni

Il danno coronarico nella maggior parte dei casi è associato a un'insufficiente attenzione alla propria salute.

Ogni anno, tali violazioni provocano la morte di milioni di persone in tutto il mondo. Inoltre, molte persone sono residenti nei paesi sviluppati e sono abbastanza benestanti..

I fattori che contribuiscono alle violazioni sono:

  1. Uso del tabacco. È dannoso non solo fumare, ma anche respirare il fumo di sigaretta.
  2. Abuso di alimenti ricchi di colesterolo.
  3. Problemi di peso. L'obesità crea un ulteriore onere per i vasi sanguigni.
  4. Stile di vita inadeguato.
  5. Zucchero nel sangue eccessivo.
  6. Costante stress emotivo.
  7. Fluttuazioni costanti della pressione arteriosa.

Un'influenza non meno importante è esercitata da cambiamenti legati all'età, predisposizione ereditaria, genere. Tali malattie in forma acuta colpiscono gli uomini, quindi muoiono da loro molto più spesso. Le donne sono più protette a causa dell'influenza degli estrogeni, quindi il decorso cronico è più caratteristico per loro.

Sintomi e trattamento dell'arteriosclerosi coronarica

La malattia da aterosclerosi si sviluppa sullo sfondo di una predisposizione genetica, alcune malattie croniche, uno stile di vita improprio e una scarsa ecologia. Il suo pericolo risiede in una diagnosi difficile nelle prime fasi e l'inizio prematuro del trattamento porta all'angina pectoris e ad altre patologie del sistema cardiovascolare.

Che cos'è l'aterosclerosi?

Il cuore è un organo muscolare il cui ruolo è il pompaggio del sangue nel sistema circolatorio. L'afflusso di sangue al cuore stesso viene effettuato da 2 vasi principali: le arterie coronarie destra e sinistra. I vasi epicardici si trovano più vicino alla superficie, il che li rende vulnerabili all'aterosclerosi e alla stenosi..

Ciò che è l'aterosclerosi delle arterie coronarie è una malattia, una caratteristica della quale è la subsidenza delle placche di colesterolo sulle pareti dei vasi sanguigni del cuore. Inizia la patologia del rallentamento del movimento del sangue e della comparsa di microcricche sulla superficie interna delle arterie. Il colesterolo cattivo penetra in queste crepe. Il sistema immunitario lo riconosce come un'infezione e dirige i macrofagi verso i siti di congestione. Assorbono il colesterolo ossidato e insieme i globuli bianchi e le proteine ​​infiammate formano una placca.

A causa della deposizione di sali di calcio, le placche si condensano gradualmente e chiudono il lume della nave.

Ciò porta all'interruzione del flusso sanguigno naturale e al normale funzionamento degli organi interni. L'aterosclerosi coronarica si verifica con insufficiente afflusso di sangue al muscolo cardiaco.

La complicazione più pericolosa della malattia è un infarto. Dopo il blocco della nave nel muscolo cardiaco, il flusso di ossigeno si interrompe. Dopo 20 minuti di carenza di ossigeno, inizia la morte delle fibre muscolari. L'interruzione del cuore porta a disturbi circolatori in tutti gli organi vitali, che possono portare a carenza di ossigeno, soffocamento, danno cerebrale e arresto cardiaco.

Un'altra pericolosa complicazione è l'angina pectoris. Si manifesta con dolore nella zona del torace, pallore della pelle e insufficienza respiratoria. In medicina, si distinguono 2 tipi di malattia: l'angina da sforzo si verifica dopo un sovraccarico fisico o emotivo. L'angina pectoris si fa sentire di notte, quando il corpo è rilassato.

Le conseguenze dell'aterosclerosi comprendono l'aritmia. È associato a un deterioramento della conduttività degli impulsi elettrici che causano il battito cardiaco a un ritmo disturbato. Una forma avanzata di aritmia può portare a edema polmonare, insufficienza cardiaca e arresto cardiaco. Meno comunemente, a causa dell'aterosclerosi, si sviluppa insufficienza cardiaca. È caratterizzato da una diminuzione dell'attività cardiaca: il corpo non è in grado di pompare abbastanza sangue, causando carenza di ossigeno negli organi e nei tessuti. La fame di ossigeno provoca insonnia, tachicardia, gonfiore, dolore al petto e frequente respiro corto.

Gradi di malattia

I medici distinguono 5 stadi della sclerosi coronarica. Il primo è il dolipide: un graduale accumulo di massa lipidica e proteine ​​inizia sulle pareti dei muscoli vascolari. Allo stesso tempo, inizia il processo di modifica delle membrane intercellulari, la produzione di collagene viene interrotta e si formano coaguli di sangue morbido. Il tessuto muscolare perde elasticità. La diagnosi della malattia in questa fase consentirà un trattamento senza farmaci: i medici prescrivono una dieta, un buon riposo e uno stile di vita sano.

Il secondo grado è lipidico. È caratterizzato dalla crescita attiva del tessuto connettivo e dalla comparsa di cellule porose in esso. A livello fisiologico, è spesso accompagnato da un rapido aumento di peso. Il terzo stadio è la liposclerosi. È accompagnato dalla formazione di fibrosi delle placche che iniziano a crescere all'interno dei vasi.

Il prossimo è l'ateromatosi. Questo stadio della malattia è caratterizzato dalla distruzione delle placche e dall'aspetto della massa grassa dell'acido colesterolo. Le pareti dei vasi iniziano a collassare, il che è accompagnato dalla comparsa di ulcere aterosclerotiche e danni al tessuto connettivo. Il risultato di questi processi è un malfunzionamento del sistema nervoso, la morte delle regioni cerebrali e un aumentato rischio di emorragia intracranica.

L'ultima fase è la calcinazione. È accompagnato dalla formazione di placca di calcio su placche. Le navi iniziano a deformarsi e diventare fragili, il che porta alla rottura dell'intero sistema circolatorio.

Sintomi della malattia

I primi segni della malattia compaiono nelle persone di età superiore ai 45 anni. Questi includono:

  • Forte dolore lancinante al petto;
  • Diarrea frequente;
  • Capogiri accompagnati da nausea;
  • Mancanza di respiro anche durante il riposo;
  • Mancanza di respiro, sensazione di mancanza di ossigeno;
  • Sensazione di pesantezza al petto.

La mancanza di ossigeno porta spesso all'insonnia a causa della mancanza della capacità di mentire comodamente. Tutti questi segni possono essere mascherati dai sintomi di malattie cardiache come angina pectoris o arteriosclerosi coronarica. Con la sclerosi coronarica, si osservano frequenti attacchi di cuore, prima dei quali compaiono uno o più sintomi. Possono verificarsi in qualsiasi momento, ma di solito dalle 4 alle 10 del mattino, quando la massima concentrazione di adrenalina nel sangue. Un attacco differisce dall'angina pectoris in quanto durante esso non si verifica la morte di una parte delle fibre del muscolo cardiaco. Con l'angina pectoris, i sintomi sono simili, ma il dolore toracico si verifica durante l'esercizio e dopo situazioni stressanti..

I sintomi dell'aterosclerosi dell'arteria coronaria possono manifestarsi uno alla volta o più contemporaneamente. L'intensità dei sintomi non dipende dallo stadio della malattia, né dalla frequenza della loro manifestazione.

Cause della sclerosi coronarica

La comparsa e lo sviluppo della malattia ha cause interne ed esterne. Quelli interni includono:

  • Ipertensione;
  • Colesterolo alto;
  • Violazione dell'integrità delle pareti dei vasi sanguigni dovuta al fumo;
  • Violazione del normale movimento del sangue in relazione all'uso di alcol;
  • Violazione dei processi metabolici nei tipi di diabete 1 e 2;
  • Processi metabolici lenti a causa di ipotensione;
  • Periodo della menopausa;
  • Obesità;
  • Predisposizione genetica.

Le cause esterne includono il consumo di cibi grassi, un clima psicologico malsano, una regolare mancanza di sonno e una scarsa ecologia..

Trattamento dell'aterosclerosi coronarica

Diagnosi della malattia

Quando si reca in ospedale, il medico inizia a raccogliere dati sui fattori che contribuiscono allo sviluppo della malattia: stile di vita, dieta, cattive abitudini, presenza di una malattia simile in parenti stretti. È necessario stabilire quando iniziano i dolori cardiaci e quanto spesso si verificano, durata, natura, se il dolore nel cuore è accompagnato da debolezza o disturbo del ritmo cardiaco. È anche necessario stabilire la presenza di malattie croniche, se c'è un aumento della pressione sanguigna e se il paziente sta assumendo farmaci.

Dopo il sondaggio, procedono a un esame fisico per identificare i soffi cardiaci, determinare il peso e la pressione sanguigna. Assegna un'analisi per controllare il livello di colesterolo nel sangue.

La diagnostica hardware dell'aterosclerosi coronarica comprende diversi metodi. La coronografia prevede un esame del contrasto dei raggi X, che stabilirà la posizione esatta del restringimento del lume delle arterie. Quando si esegue la tomografia computerizzata multispirale, un mezzo di contrasto viene iniettato in una vena per stabilire una violazione cronica delle pareti dei vasi. La scintigrafia viene utilizzata per rilevare neoplasie lipidiche..

L'ecografia viene utilizzata per misurare le patologie nello spessore delle pareti dei vasi sanguigni e identificare le aree con ridotta contrattilità, nonché per valutare la velocità del sangue a diverse pressioni. Quando si utilizza l'ecocardiografia, vengono stabiliti il ​​livello generale di affetto vascolare e il movimento del sangue all'interno del cuore.

Metodi di trattamento

Dopo aver fatto una diagnosi, il medico determina il metodo di trattamento dell'aterosclerosi dell'arteria coronarica. La prescrizione di terapia farmacologica o chirurgia è possibile solo in combinazione con i cambiamenti dello stile di vita e la dieta.

Terapia tradizionale

La scelta dei farmaci dipende dallo stadio dell'aterosclerosi coronarica e dalla presenza di malattie croniche esterne. Di solito viene prescritto un gruppo di farmaci, composto da:

  • Statine per abbassare il colesterolo nel sangue e le lipoproteine ​​a bassa densità;
  • Sequestranti di acidi biliari (sono necessari per abbassare le lipoproteine ​​nel sangue);
  • Fenofibrati (il farmaco è prescritto solo con un indice lipoproteico molto basso);
  • L'acido nicotinico, che attiva i processi metabolici, riduce il dolore e impedisce l'ulteriore accumulo di colesterolo sulle pareti delle arterie.

Il problema prioritario del paziente per l'aterosclerosi è la rottura dell'aorta dovuta a una riduzione dello spessore della parete. Per evitare emorragie interne, devono essere prescritti farmaci per fluidificare il sangue e le vitamine.

Il complesso di vitamina B4 e alfa aminoacidi contenenti zolfo aiuta a ripristinare il lavoro degli organi colpiti, riduce la frequenza degli attacchi di angina e rallenta lo sviluppo della malattia.

I farmaci contenenti iodio sono prescritti per migliorare il sistema immunitario. E con ipertensione, diabete mellito, fegato cronico e malattie cardiache, vengono prescritti farmaci concomitanti.

Trattamento chirurgico

L'intervento chirurgico viene utilizzato solo nelle fasi avanzate della malattia, quando la terapia farmacologica non avrà alcun effetto. Le principali indicazioni per l'operazione:

  • Blocco del lume di un vaso sanguigno di oltre il 70%;
  • La presenza di angina instabile;
  • Infarto miocardico.

L'angioplastica coronarica transluminale - uno dei tipi di trattamento chirurgico, consiste nello stabilire un palloncino nell'arteria. All'interno viene fornita aria in mongolfiera, che espande ordinatamente le pareti dei vasi e ripristina il normale movimento del sangue. Spesso eseguito e chirurgia di bypass aorto-coronarton. L'essenza del metodo è l'impianto di un vaso artificiale che bypassa il sito interessato da una placca aterosclerotica. Lo stenting coronarico è l'introduzione di uno stent con una struttura rigida nell'area interessata della nave.

Dieta per aterosclerosi

Nel periodo postoperatorio e durante la prescrizione di farmaci, un fattore importante per il recupero è la dieta, un graduale aumento dell'attività fisica e il rifiuto delle cattive abitudini. L'obiettivo principale della dieta - abbassare il colesterolo nel sangue e la perdita di peso graduale.

  • Uova
  • Burro;
  • Panna acida;
  • Carni grasse e pesce;
  • Brodi ricchi;
  • Cibi affumicati e salati;
  • Cibo fritto;
  • Fast food;
  • Bevande gassate;
  • Alcol;
  • Spezie piccanti.

Durante la preparazione della dieta, è necessario aderire alle seguenti raccomandazioni:

  • Includi più frutta e verdura fresca nella tua dieta;
  • Condire le insalate con una piccola quantità di burro di oliva, sesamo o arachidi;
  • Mangia più prodotti caseari a basso contenuto di grassi;
  • Aggiungi aglio ai piatti pronti;
  • Includere pesce e frutti di mare a basso contenuto di grassi marini;
  • Sostituisci i dolci e i biscotti con frutta secca, miele, marmellata fatta in casa;
  • Vapore di più, cuocere in forno o stufare.

La dieta giornaliera è suddivisa in 4-5 pasti, l'ultimo dei quali dovrebbe essere 3-4 ore prima di coricarsi. La cena è migliore con piatti leggeri e semplici che non contengono carboidrati complessi. Durante la dieta, è importante bere più liquidi: acqua, succhi naturali (carota, una miscela di carota e sedano, barbabietola, arancia-carota), tisane e decotti, composte sono particolarmente utili. È meglio rifiutare bevande gassate, tè e caffè forti senza latte durante il periodo di trattamento e recupero dalle malattie..

L'aterosclerosi multifocale delle arterie coronarie è una malattia pericolosa e con un trattamento tardivo può essere fatale.

In questo contesto, si sviluppano attacchi di cuore e si verificano danni miocardici, angina pectoris, emorragia, insufficienza polmonare. Quando si identificano i primi sintomi, è necessario consultare un medico e sottoporsi a una diagnosi completa. Il trattamento della malattia nelle prime fasi consiste solo in un cambiamento nello stile di vita e in una dieta costante.

Le forme lanciate di aterosclerosi richiedono un intervento chirurgico di emergenza e rappresentano una minaccia per la vita del paziente. Per evitare lo sviluppo della malattia, oltre alla dieta, sono necessari esercizi fisici: nuoto, ciclismo e sci in inverno, yoga, balli orientali o latini, nordic walking. Dovresti anche evitare situazioni stressanti, rilassarti di più e monitorare il tuo stato emotivo..

Malattia coronarica: cos'è e quali sono le sue caratteristiche

Dalla frequenza di insorgenza, la malattia coronarica occupa una posizione di leadership tra tutte le malattie del sistema cardiovascolare. Il tasso di mortalità per questa malattia è almeno il 60% della mortalità totale causata da patologie del cuore e dei vasi sanguigni.

Cos'è la malattia coronarica??

La malattia coronarica o ischemica è caratterizzata dallo sviluppo di alterazioni aterosclerotiche nelle arterie coronarie del cuore. Un problema simile può insorgere a seguito di un blocco completo o parziale del lume delle arterie..

A causa della scarsa afflusso di sangue, il miocardio smette di ricevere la quantità necessaria di ossigeno, il che comporta lo sviluppo della carenza di ossigeno (ipossia).

La malattia coronarica più comune si verifica negli uomini dopo 40 anni. Tuttavia, dopo 50 anni, questa patologia si verifica con la stessa frequenza nei maschi e nelle femmine.

Il pericolo di questa condizione è che le aree del muscolo cardiaco prive del normale afflusso di sangue degenerino in connettivo (tessuto cicatriziale) e questo, a sua volta, porta a una violazione della contrattilità miocardica.

Il punto più vulnerabile nella malattia coronarica è l'area del ventricolo sinistro dalla parete anteriore e l'apice del cuore. La ragione di ciò è la peculiarità dell'afflusso di sangue in quest'area. Al secondo posto in frequenza di occorrenza è la base del cuore e la parete posteriore del ventricolo sinistro.

Cosa ha portato allo sviluppo della patologia?

Nella pratica medica mondiale, ogni anno compaiono nuove teorie sull'insorgenza di questa malattia. La malattia coronarica può verificarsi sotto l'influenza dei seguenti fattori:

  1. Restringendo il lume delle arterie che alimentano il tessuto miocardico. I cambiamenti aterosclerotici nelle arterie coronarie possono contribuire a questo fenomeno. Malattie come diabete mellito, ipertensione, mancanza di esercizio fisico e obesità possono causare aterosclerosi..
  2. Un'altra teoria della comparsa di aterosclerosi, e come conseguenza della malattia coronarica, sono i virus (adenovirus, influenza, citomegalovirus). La prevenzione tempestiva delle infezioni virali respiratorie acute e dell'influenza riduce significativamente l'incidenza della malattia coronarica.
  3. Fattore di stress Il costante impatto di situazioni stressanti sulla psiche umana è accompagnato da un'ondata di adrenalina, che provoca uno spasmo delle arterie coronarie del cuore.
  4. Predisposizione individuale. Questo fattore svolge un ruolo chiave nello sviluppo della malattia coronarica. La tendenza a sviluppare questa malattia è ereditaria.
  5. Uso di alcolici e fumo. La nicotina e l'alcool etilico sono una delle ragioni per lo sviluppo di questa patologia, poiché, entrando nel corpo, provocano lo spasmo dei vasi che alimentano il miocardio.

Come può manifestarsi la malattia coronarica?

Un'indicazione assoluta per visitare un cardiologo è qualsiasi disagio nel cuore e nel torace. I sintomi della malattia coronarica possono essere individuali per ogni persona. In alcune situazioni, una persona potrebbe non avvertire l'insufficienza cardiaca..

Il blocco completo del lume della nave coronarica può portare a una conseguenza come la rottura della parete del miocardio (attacco cardiaco). Il principale segno di malattia coronarica è il dolore nell'area del torace o dietro lo sterno..

Se la nave era completamente bloccata, una persona potrebbe avvertire i seguenti sintomi:

  • compaiono attacchi di dolore a breve termine;
  • l'intensità del dolore aumenta gradualmente;
  • dopo 30-40 minuti il ​​dolore diventa grave e la persona non è in grado di tollerarlo.

Se c'è una parziale sovrapposizione della nave coronarica, una persona può manifestare tali sintomi:

  • il dolore aumenta durante l'espressione delle emozioni, nonché durante lo sforzo fisico (passo, corsa, sollevamento pesi);
  • il paziente ha una sensazione di paura associata alla comparsa di un nuovo attacco di dolore;
  • mancanza di respiro e mancanza di respiro;
  • il dolore intenso spesso si irradia (dà) alla mascella inferiore, agli zigomi, alla spalla sinistra e al polso.

In alcune situazioni, la malattia coronarica può verificarsi senza la comparsa di sintomi caratteristici. Invece del dolore, una persona può essere disturbata dai seguenti sintomi:

  • debolezza e malessere generale;
  • fatica;
  • attacchi di asma;
  • palpitazioni;
  • dispnea;
  • sensazione di bruciore e disagio dietro lo sterno.

Ciascuno dei sintomi menzionati appare anche con uno stress fisico ed emotivo minimo. Il tipo più pericoloso di malattia coronarica è una forma latente che non ha manifestazioni..

In questo caso, la diagnosi si verifica solo dopo lo sviluppo di un attacco spontaneo di dolore.

Metodi diagnostici efficaci

Le misure diagnostiche per la malattia coronarica vengono eseguite con l'obiettivo di:

  • determinare l'esatta localizzazione del dolore;
  • rilevazione di fattori che contribuiscono ad aumentare il dolore;
  • determinare la durata di un attacco di dolore;
  • valutare l'efficacia della nitroglicerina durante un attacco.

I sintomi della malattia coronarica hanno somiglianze con molte malattie extracardiache e cardiache. Per una diagnosi accurata, vengono utilizzati ulteriori metodi di ricerca. Questi metodi includono:

  1. Campioni con carico. Un altro nome per il metodo è l'ergometria della bicicletta, che consente di valutare il livello di resistenza durante lo sforzo fisico. I risultati ottenuti ci consentono di valutare il grado di alterazioni patologiche, nonché l'efficacia della terapia farmacologica.
  2. Monitoraggio ECG per determinare la presenza di siti ischemici, anche in assenza di sintomi caratteristici.
  3. La coronarografia selettiva è il modo più efficace per determinare il grado di danno ai tronchi vascolari. Si consiglia di utilizzare questo metodo con un basso contenuto informativo di altre opzioni diagnostiche.
  4. Test antidroga. L'essenza di questo metodo è la provocazione artificiale di un attacco di ischemia attraverso l'uso di farmaci speciali, monitorando l'ECG.
  5. Ecocardiografia con carico aggiuntivo di farmaci. Durante lo studio, il rilevamento di lesioni patologiche nel ventricolo sinistro.
  6. TAC. Questo studio consente di determinare la presenza di danni alle pareti dei vasi sanguigni, nonché di identificare aneurismi di varia localizzazione.
  7. RKT multispirale. Durante lo studio, al paziente vengono iniettati agenti di contrasto endovenoso per determinare i fuochi della deposizione di colesterolo, vari danni ai tronchi vascolari e shunt arteriosi.

Quali sono i trattamenti?

Il punto chiave nel trattamento di questa malattia è ridurre la richiesta di ossigeno del muscolo cardiaco, oltre a creare le condizioni per la sua piena consegna al miocardio. A seconda del grado di danno e della gravità del corso, è possibile utilizzare sia metodi conservativi (terapeutici) che chirurgici..

Terapia farmacologica

Per il trattamento di questa malattia, vengono utilizzati i seguenti gruppi di farmaci:

  • Nitroglycerins. Lo scopo del loro uso è quello di eliminare gli attacchi acuti della malattia;
  • Acido acetilsalicilico (aspirina) e statine. Questi farmaci sono prescritti per prevenire la formazione di grassi e coaguli di sangue nel lume dei vasi sanguigni.
  • Beta-bloccanti. Lo scopo del loro uso è la normalizzazione del ritmo cardiaco e la prevenzione della tachicardia.
  • Calcio antagonisti. La loro funzione principale è di ridurre la frequenza cardiaca e di espandere il lume dei vasi sanguigni.

Il dosaggio e la frequenza di somministrazione di ciascun farmaco sono calcolati individualmente dal medico curante. Prima di iniziare il calcolo, il medico valuta i dati diagnostici e le informazioni sulla gravità della malattia.

Ripristino chirurgico dell'apporto di sangue

Se la terapia farmacologica non ha dato un risultato significativo, il paziente è raccomandato per l'intervento chirurgico. Altre indicazioni per il trattamento chirurgico includono l'abbandono del processo patologico, la rapida progressione della malattia, nonché un esteso danno ai vasi da aterosclerosi.

Come metodo più efficace, viene utilizzato l'innesto di bypass dell'arteria coronaria. L'essenza di questa procedura è la creazione di un canale aggiuntivo per il flusso sanguigno, bypassando i siti patologici. Una nave paziente prelevata dalla regione degli arti inferiori viene utilizzata come derivazione..

Un altro metodo di trattamento chirurgico è l'angioplastica coronarica, durante la quale viene eseguita un'espansione del lume della nave interessata. Il risultato dell'operazione è un completo ripristino dell'apporto di sangue al cuore..

Se la pervietà nell'arteria non è stata ripristinata, i medici possono utilizzare la tecnica di posizionamento dello stent. Una volta nell'area di restringimento, lo stent aumenta di volume e raddrizza l'arteria ristretta. Questo metodo è un'efficace prevenzione dell'infarto del miocardio..

Una corretta alimentazione è la chiave per il recupero

L'organizzazione di una dieta quotidiana è il punto più importante nell'intero trattamento della malattia coronarica. La nutrizione clinica contribuisce alla normalizzazione del metabolismo dei grassi e dei carboidrati nel corpo ed è una buona prevenzione della formazione di nuove placche aterosclerotiche nel corpo.

I principi fondamentali della nutrizione dietetica per questa malattia includono:

  • Prima di tutto, si raccomanda di limitare l'uso di cibi ipercalorici. La dieta quotidiana non deve contenere più di 300 g di carboidrati complessi. Le fonti di carboidrati complessi sono i cereali, così come la frutta e la verdura fresca. L'uso di carboidrati semplici può portare a una esacerbazione della malattia.
  • La percentuale giornaliera di grassi non supera gli 80 grammi, almeno il 40% dei grassi dovrebbe essere di origine vegetale. Assunzione giornaliera di proteine ​​- 100 g.
  • Si raccomanda di escludere dalla dieta cibi ricchi di sostanze azotate (carne fritta, carne affumicata, vino rosso).
  • Sostanze come magnesio, fosforo, potassio, iodio aiuteranno a migliorare le condizioni generali della malattia coronarica..
  • Si consiglia di mangiare carne e pesce bolliti.
  • Il cibo dovrebbe essere frazionario, in piccole porzioni 4-5 volte al giorno. L'ultimo pasto dovrebbe essere almeno 3 ore prima di coricarsi..

L'elenco dei prodotti consigliati per l'uso include:

  1. Pesce e prodotti ittici. È meglio mangiare quelle varietà di pesci che contengono una quantità minima di grassi (lucioperca, pesce persico, merluzzo). Si consiglia di cucinare il pesce al forno o al vapore.
  2. Pane e prodotti da forno. È meglio rifiutare il pane appena sfornato, preferendo la segale e il pane bianco di ieri.
  3. Carne e prodotti a base di carne. Come per il pesce, si consiglia di mangiare carni magre (manzo, pollo, agnello, tacchino). Prima di mangiare carne, è meglio cuocere in forno o bollire.
  4. Latticini. È meglio dare la preferenza alla panna acida e alla crema, che contengono sostanze che contribuiscono alla normalizzazione del metabolismo lipidico nel corpo..
  5. Cereali e cereali È consentito alle persone che soffrono di malattia coronarica di mangiare semolino e cereali di riso.
  6. Le uova. La dieta per questa malattia consente l'uso di non più di 2 uova a settimana. Questo prodotto non può essere completamente escluso, poiché contiene il fosforo necessario all'organismo..
  7. Olio vegetale. Non ci sono restrizioni all'uso di oli vegetali, poiché contengono acidi grassi che aiutano a normalizzare il metabolismo del colesterolo.
  8. Frutta e verdura Frutta e verdura fresche saturano il corpo con vitamine e minerali. Il loro uso è consentito in quantità illimitate. Limit dovrebbe usare solo ravanelli, spinaci e ravanelli.

È importante ricordare che la malattia coronarica è una malattia grave, il cui trattamento deve essere effettuato sotto la stretta supervisione di un cardiologo.